• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Di Maio: "Cari calabresi, basta voti a chi ha governato per 20 anni"

Calabria > Catanzaro

CATANZARO, 13 DICEMBRE 2019- La campagna elettorale di Francesco Aiello, ordinario di economia e candidato civico per il Movimento 5 Stelle, si è aperta ieri all'Auditorium Casalinuovo, dove é arrivato a dar manforte il capo politico e Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio. Il Professore Aiello si presenta e parla della sua formazione, ma anche degli ultimi 20 giorni, in cui su di lui sono state fatte molte ricostruzioni non veritiere. Aiello si emoziona quando ricorda i sacrifici della sua famiglia, lo fa davanti a numerosi attivisti del Movimento, giunti a Catanzaro nonostante il maltempo. Il Professore parla di metodo, cita anche i meetup, definiti "grande risorsa di idee", poi lancia la sfida agli avversari, definendosi "uomo libero", ma soprattutto "uomo dal pensiero libero, che dunque dà fastidio a tanti". Aiello ottiene i primi applausi e prova a parlare delle sue idee per incidere in una Regione che ha "enormi potenzialità". Il Professore, esperto ed ordinario di economia, accetta la sfida, si cala nella parte. Arrivano gli applausi di tutto l'Auditorium anche quando riconosce ai parlamentari di aver fatto un buon lavoro, che però va raccontato sui territori. Aiello parla anche di organizzazione, di un salto di qualità che forse si può fare credendoci. Poi prende la parola il capo politico:

"Sono qui in Calabria per dirvi che sarò con voi e che bisogna fare una campagna porta a porta, uniti, in una Regione con tanti problemi. Noi a Roma facciamo leggi e stanziamo fondi per voi, ma se poi nelle Regioni ci vanno sempre i soliti eletti, quei soldi se li giocano loro. Non sará facile, so già che questa campagna sarà durissima, ma noi siamo la terza via, la terza alternativa a centrodestra e centrosinistra, gli stessi che hanno creato i danni negli ultimi 30 anni, ma che oggi ci accusano di averli fatti noi. L'informazione non ci aiuta, noi lavoriamo sodo, ma passa il messaggio di un Movimento che si sta sgretolando, mentre io lo vedo ancora vivo. In questi anni abbiamo rappresentato la società onesta e sana, abbiamo toccato privilegi, ora il sistema si ribella. Non sarà semplice, ma vi giuro che lotteremo fino alla fine".

Poi si rivolge ai presenti nell'Auditorium: "Gli eletti nei consigli regionali, sono stati votati, per cui qualcuno li ha messi la. Ma non vi siete stancati di votare le stesse persone che usano sempre gli stessi metodi? Ho letto che nel vostro Comune c'é una indagine sui gettoni e le commissioni, che coinvolge tutti trasversalmente. Vedete, questo é il sistema che noi abbiamo combattuto, come combattiamo chi fa frodi fiscali, ma soprattutto chi vuole violare le leggi e poi pagare una sciocchezza per uscire pulito. Penso che se riusciremo a cambiare le cose qui, le cambieremo anche altrove. Attivisti, eletti, andate a dare una svegliata a chi non crede in noi, perché se lo sapremo fare, otterremo qui un grande risultato".