In diretta dal Senato, si vota la calendarizzazione della crisi, le parole di Salvini Video

1644
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 13 Agosto – In questi istanti, i Senatori riuniti a Palazzo Madama, stanno votando il calend...

ROMA, 13 Agosto – In questi istanti, i Senatori riuniti a Palazzo Madama, stanno votando il calendario della crisi di Governo che è già stato approvato a maggioranza ieri dalla conferenza dei capigruppo.  In Aula ha da poco parlato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, tra le proteste e i fischi da parte dei senatori del Pd. 

Il vice-Premier ha iniziato il suo intervento parlando, ironicamente, della convocazione straordinaria del Senato che ha costretto i parlamentari a interrompere le ferie, smentendo le voci secondo le quali, avrebbe ritirato i suoi Ministri. - "Come sono lontani i riti della politica dal Paese reale con l'idea che non si debbano disturbare i poveri parlamentari a ferragosto, non capisco visto che per bocca del senatore Renzi avete già vinto tutta questa agitazione nervosismo, maleducazione"- ha detto Matteo Salvini in Aula - "Invidio un po' alcune abbronzature"-aggiunge - "L'Italia vuole avere certezze e cosa di più bello, democratico, trasparente, lineare, dignitoso che dare la parola al popolo. Cosa c'è di più bello. Non capisco la paura, il terrore, la disperazione", ha detto ancora. -"Capisco il terrore da parte del senatore Renzi, comprensibilissimo: perché sa che con i disastri che ha fatto gli italiani lo mandano a casa immediatamente quindi piuttosto che lasciare la poltrona sta qua col Vinavil. Il bello è che saremmo noi gli antidemocratici e i fascisti che non vogliono andare alle elezioni e non vogliono far parlare la gente"- ha detto ancora Salvini.

 Un attacco diretto all' ex Premier, votazione per il taglio di 345 parlamentari e subito al voto, questo ribadisce Salvini ai microfoni dei giornalisti fuori dall'aula, come ultimo punto del programma di Governo con i 5Stelle.

 Intanto partono le prime supposizioni sulle possibili alleanze per un’eventuale ritorno alle urne.

 Votazione conclusa, ci si ritrova  il 20 agosto per votare la mozione di sfiducia presentata dalla Lega.



Laura Fantini

fonte immagine openonline.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere