Emmanuel Macron sostiene un nuovo "rinascimento europeo"

874
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PARIGI, 5 MARZO - A meno di due mesi dalle elezioni europee, Emmanuel Macron pubblica questo marted�...

PARIGI, 5 MARZO - A meno di due mesi dalle elezioni europee, Emmanuel Macron pubblica questo martedì, 5 marzo, sulla piattaforma, online del sito dell'Eliseo, sui giornali di tutti e 28 i paesi dell'Unione, inclusa la Gran Bretagna, come The Guardian (Regno Unito), Die Welt (Germania), El Pais (Spagna) e Corriere della Serra (Italia), una lettera indirizzata ai 500 milioni di cittadini europei. Il Capo dello Stato francese, sta cercando di difendere una certa visione di un'Europa che protegge dalle sfide migratorie, climatiche e di sicurezza che affliggono il continente.

Qualche settimana prima della Brexit, Emmanuel Macron mette in scena la posta in gioco: 

Brexit è il simbolo. Simbolo della crisi dell'Europa, che non è stata in grado di soddisfare i bisogni di protezione delle persone di fronte ai grandi shock del mondo contemporaneo. Anche il simbolo della trappola europea. La trappola non appartiene all'Unione europea; è la bugia e l'irresponsabilità che può distruggerlo. Chi ha detto agli inglesi la verità sul loro futuro dopo Brexit? Chi ha detto loro di perdere l'accesso al mercato europeo? Chi ha parlato dei rischi per la pace in Irlanda tornando alla frontiera del passato? Il ritiro nazionalista non offre nulla; è un rifiuto senza progetto. E questa trappola minaccia tutta l'Europa: gli sfruttatori di rabbia,  supportati da false informazioni, promettono tutto e il suo contrario” - e conclude poi alla fine - "Cittadini d'Europa, l'impasse Brexit è una lezione per tutti [...]. Usciamo da questa trappola, dare un senso alle prossime elezioni e al nostro progetto. Spetta a voidecidere se l'Europa, i valori del progresso che porta, deve essere più di una parentesi nella storia". 

"L'Europa non è mai stata così in pericolo" - sostiene l’inquilino dell’Eliseo - "Se mi prendo la libertà di rivolgermi direttamente a voi, è perché c'è urgenza… Mai, dalla Seconda Guerra Mondiale, l'Europa è stata cosi' necessaria, e tuttavia non è mai stata cosi' in pericolo".

La missiva si sviluppa in quattro pagine suddivise in tre paragrafi principali - "Difendere la nostra libertà", "Proteggere il nostro continente" e "Ritrovare lo spirito del progresso". Queste proposte dovrebbero essere realizzate in una "conferenza per l'Europa" che il presidente francese spera di organizzare entro la fine del 2019. In questa occasione, la possibilità di una "revisione dei trattati" non dovrebbe essere un tabù. Ma la grande ambizione di "un'Europa sovrana, unita e democratica". 

Di fronte alla sfida migratoria, Emmanuel Macron propone l’istituzione di una polizia di frontiera comune e un ufficio europeo per l'asilo; di fronte al disimpegno degli Stati Uniti dalla NATO, egli auspica l'istituzione di un trattato di difesa e sicurezza con inclusa la Gran Bretagna; di fronte alle ambizioni delle compagnie straniere, vuole assumere una preferenza europea nei settori economici strategici e la "revisione totale" di Schengen.

Nel complesso la lettera contiene una decina di proposte. Macron vuole anche stabilire un salario minimo europeo, una banca per finanziare la transizione ecologica e un'agenzia per combattere gli attacchi informatici.

Luigi Palumbo

InfoOggi.it Il diritto di sapere