Estero: 49 mila operai della General Motors in sciopero a Detroit

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
DETROIT, 16 Settembre - Scendono in strada gli oltre 49 mila operai della General Motors. Il g...

DETROIT, 16 Settembre - Scendono in strada gli oltre 49 mila operai della General Motors.  Il gigante automobilistico americano che a Detroit, nello Stato del Michigan, possiede 55 stabilimenti, per la precisione 33 impianti e 22 magazzini di componenti, sta contenendo lo sciopero indetto dal sindacato United Auto Workers, (Uaw), iniziato poco dopo la mezzanotte ora locale, poco dopo le 6:00 in Italia, dopo il fallimento dei negoziati per il rinnovo del contratto.

 L'astensione dal lavoro è stata proclamata nel pomeriggio della domenica appena trascorsa dalla Uaw e oggi gli operai stanno dando vita a manifestazioni in vari centri della città nel nord-est degli Stati Uniti. Le richieste riguardano la riapertura di fabbriche inattive, il miglioramento dei salari e la concessione di benefit. Per la prima volta dal 2007, i lavoratori Gm, scioperano a causa della spaccatura nei rapporti tra azienda e sindacato. Non è chiaro per quanto tempo durerà la sciopero, il sindacato sostiene che la casa automobilistica non ha risposto in maniera decisa alle sue richieste, mentre l'azienda dichiara di aver fatto offerte sostanziali, tra cui salari più alti e nuovi investimenti in fabbrica. Il sindacato chiede garanzie per i dipendenti più giovani, che non arrivano a percepire neanche 20 dollari l'ora, costretti a subire un meccanismo salariale progressivo troppo lungo, si parla di 8 anni per arrivare a 30 dollari.

 Il vicepresidente della UAW, Terry Dittes, negoziatore del sindacato dentro Gm, fa sapere che lo sciopero è l'ultima risorsa e si è reso necessario perché entrambe le parti sono distanti nella rinegoziazione del contratto quadriennale. Anche il Presidente Trump ha invitato le parti a trovare un'intesa nel più  breve tempo possibile. 

Lo sciopero dei 49 mila addetti Uaw in Gm è stato anticipato da quello di circa 850 lavoratori di un subcontrattista preposto alla manutenzione nelle fabbriche di General Motors, sempre in Michigan e nei siti dell'Ohio. L'ultimo grande sciopero in Gm, risale al 2007 e aveva per oggetto la sicurezza dei lavoratori: 73 mila tute blu si fermarono in circa 80 impianti, per due giorni.

Laura Fantini

fonte immagine gds.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere