FiomNetWork: per i 110 anni del sindacato nasce il social network dei lavoratori

33
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BOLOGNA, 8 GIUGNO - Il sindacato dei metalmeccanici avrà il proprio social network. L'idea &e...

BOLOGNA, 8 GIUGNO - Il sindacato dei metalmeccanici avrà il proprio social network. L'idea è stata annunciata dal segretario della Fiom, Maurizio Landini, durante la conferenza stampa in cui sono state presentate le varie iniziative messe in campo per festeggiare i primi 110 anni di attività del sindacato delle tute blu. Si tratterà di uno spazio virtuale, chiamato FiomNetWork, che vuole essere, nelle parole di Landini, “un'evoluzione e un aumento della discussione, del confronto e della circolazione dell'informazione”.

Un modo, quindi, per favorire il dibattito e la discussione in merito ai temi del lavoro, del contratto nazionale, dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici. Tematiche che saranno al centro delle numerose iniziative organizzate per celebrare il compleanno del sindacato. “La Fiom in festa” prevede una serie di eventi che coinvolgeranno varie città d'Italia. La festa inizierà a Bologna, dove dal 16 al 19 giugno sono previsti diversi eventi, dibattiti e concerti in piazza, per proseguire poi a Milano dal 24 al 26 giugno e in diverse altre città tra luglio e settembre.

“Si è riaperta l'idea – ha dichiarato Landini - che rimettere al centro il lavoro e i diritti significhi anche indicare una diversa uscita dalla crisi che ripensi anche al modello di sviluppo, ai processi democratici in termini di partecipazione e, dal nostro punto di vista sindacale, alla difesa del contratto nazionale e del diritto dei lavoratori non solo di coalizzarsi collettivamente, ma anche di scioperare per ottenere i propri diritti”.

Lavoro, democrazia, legalità, diritti e contratto sono le cinque parole d'ordine intorno alle quali riaprire una discussione non solo all'interno del sindacato, ma anche con tutte quelle componenti della società civile che, a partire dalla manifestazione svoltasi lo scorso 16 ottobre a Roma, hanno mostrato la loro attenzione verso queste tematiche. Lavoratori, quindi, ma anche precari, studenti, associazioni e movimenti che si riuniranno in piazza per discutere e confrontarsi su queste tematiche.

La festa coinciderà anche con l'inizio, il 18 giugno, della vertenza che la Fiom ha presentato al tribunale di Torino contro la Fiat, in merito all'accordo di Pomigliano. “Noi riteniamo – ha sostenuto Landini in conferenza stampa - che quello di Pomigliano è un trasferimento d'impresa e quindi i lavoratori e le lavoratrici di Pomigliano hanno diritto di passare dalla Fiat alla nuova società che la Fiat ha costituito, la cosiddetta Newco, mantenendo il contratto e i diritti che hanno, così come prevedono i contratti e le leggi del nostro Paese e le leggi europee”.

Il programma completo delle iniziative dei prossimi giorni può essere consultato sul sito internet della Fiom http://www.fiom.cgil.it/ .

(in foto: Maurizio Landini, segretario generale della Fiom)

Serena Casu

InfoOggi.it Il diritto di sapere