• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Fondo pensione: cos’è e a chi interessa

Lazio > Roma

Fondo pensione: cos’è e a chi interessa

I fondi pensione sono un interessante prodotto per l’investitore, che desidera assicurarsi una vecchiaia senza eccessivi problemi economici. Si deve considerare che l’interesse verso questo tipo di strumento deriva anche dalla fiscalità correlata alla previdenza complementare, particolarmente favorevole per l’investitore. Vediamo come si aderisca a un fondo pensione integrativa e a chi può interessare questo tipo di prodotto finanziario.

Di cosa si tratta
Parliamo di particolari tipologie di investimento, che permettono a chi li sottoscrive di ottenere un reddito al termine del proprio periodo lavorativo. Questo reddito, la cui consistenza dipende ovviamente dalla quota versata periodicamente nel fondo di previdenza integrativa, aiuta di certo a migliorare la qualità della vita durante la vecchiaia. I vantaggi non finiscono però qui, visto che il lavoratore ha la facoltà di inserire nel fondo pensione parte del proprio TFR. Inoltre i risparmi versati nel fondo sono investiti dall’intermediario che lo gestisce, cosa che permette di ottenere un interessante guadagno. La legislazione italiana inoltre consente di dedurre annualmente fino a 5.164,57 euro versati; questo elemento comporta di per sé un interessante valore aggiunto.

Come funziona un fondo pensione
Di fatto si tratta di una sorta di contribuzione parallela, molto simile a quella ordinaria che si versa periodicamente all’INPS. L’investitore sceglie un fondo tra i diversi offerti dagli intermediari e versa periodicamente, di solito ogni mese, una quota fissa, stabilita al momento dell’adesione. Tale quota viene accumulata, ma anche utilizzata per investimenti in vari prodotti finanziari. Nel momento in cui l’investitore raggiunge l’età pensionabile e si ritira dal lavoro, potrà ricevere una pensione da sommare a quella garantita dall’INPS. Tale pensione integrativa viene versata sotto forma di vitalizio, quindi fino alla morte dell’investitore stesso. Queste forme di previdenza consentono anche di ricevere parte della somma versata, con il guadagno eventualmente maturato, sin da subito; tale parte ammonta a un massimo del 50% dei fondi accumulati.

Chi è interessato
Di fatto tutti i lavoratori possono essere interessati a piani individuali pensionistici. Si tratta infatti di approfittare della deducibilità di quanto versato, quindi di una fiscalità favorevole, oltre che della possibilità di accumulare un piccolo tesoretto che garantisce una vecchiaia priva di problemi. Certo, chi già aderisce a una qualsiasi cassa pensionistica, già otterrà un trattamento pensionistico. In ogni caso tale trattamento è correlato al contratto di lavoro stipulato, o ai guadagni ottenuti tramite lavoro autonomo. Con la pensione complementare si aggiungono i risparmi accantonati nel corso degli anni a tale trattamento e il singolo risparmiatore può infatti decidere di versare cifre più o meno cospicue, secondo le proprie personali esigenze e abitudini.

Come sottoscrivere un fondo pensione
Le società che gestiscono fondi pensione sono oggi varie e si può prcedere alla sua attivazione attraverso diverse modalità. La principale consiste nel contattare un consulente, il metodo più classico e tradizionale. Oggi però molti intermediari permettono la sottoscrizione degli stessi anche online. Questo consente di verificare con calma le caratteristiche del fondo, di controllare rischi e guadagni possibili, in modo da avere un’idea più chiara e precisa del prodotto che si sta di fatto acquistando.