Foodora, corte d’Appello di Torino accoglie ricorso degli ex-rider

366
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 11 GENNAIO - La corte d'Appello di Torino ha accolto il ricorso, per una parte sostanziale, de...

ROMA, 11 GENNAIO - La corte d'Appello di Torino ha accolto il ricorso, per una parte sostanziale, dei cinque ex-rider della compagnia di “food delivery” Foodora, che chiedevano il riconoscimento della subordinazione del rapporto di lavoro. La decisione ribalta quella presa a giugno, in primo grado, dove le istanze erano state integralmente respinte.

I giudici hanno sancito il diritto dei ricorrenti ad avere una somma calcolata sulla retribuzione stabilita per dipendenti del contratto collettivo logistica-trasporto merci.

L’avvocato Silvia Druetta, legale degli ex-rider della compagnia Foodora, ha così commentato la pronuncia della Corte d'Appello di Torino: "Non possiamo non dirci soddisfatti, la sentenza dimostra che non eravamo dei pazzi quando affermavamo che queste persone avevano dei diritti". “È la conferma che i diritti esistono" ha continuato Druetta.

Federico Ferro

fonte immagine infoaut.com

InfoOggi.it Il diritto di sapere