Intervista a Emanuela Tittocchia

21
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
07 LUGLIO 2015 - Emanuela Tittocchia è madrina e presentatrice della grande kermesse di spett...

07 LUGLIO 2015 - Emanuela Tittocchia è madrina e presentatrice della grande kermesse di spettacolo e bellezza Miss Europe Continental 2015. 

Emanuela, sei contenta di tornare sul palco di Miss Europe Continental 2015?

Sì. L'anno scorso è stato bellissimo presentare la serata finale dentro la Reggia di Caserta. Una serata magica. Quest'anno la finale sarà a Paestum, agli scavi, un altro posto incantato. Quando si ha la possibilità di condurre eventi in luoghi così suggestivi è sempre una grande gioia.

Quali sono le principali caratteristiche di questa kermesse che ti colpiscono?

E' un concorso europeo, arrivano ragazze anche dall'estero, ha un respiro internazionale. Questo è molto affascinante. Si mettono a confronto bellezze, costumi, usi di vari Paesi. Poi i luoghi scelti per le selezioni e le finali sono sempre molto belli e per chi fa il mio lavoro questo è fondamentale. Assaporare atmosfere di luoghi incantati.

Quanto conta la bellezza per sfondare nel mondo dello spettacolo?
Dipende da quello che si vuole fare. Se si vuole fare la modella è fondamentale. Se si vuole fare l'attrice, la cantante, la presentatrice è il carisma che conta. Sicuramente un aspetto piacevole, un bel sorriso, un viso carino aiutano ma per esempio in teatro o su un set essere troppo alta può essere un problema. Se si punta solo sulla bellezza senza affrontare un percorso di studi sicuramente si può lavorare ma a livello personale si hanno poche soddisfazioni vere secondo me.

Quali sono le doti principali che una giovane ragazza deve avere per farsi notare?

La naturalezza, la cosa più difficile da raggiungere. Questo vale per tutti.
Ci facciamo un'idea di ciò che vorremmo essere e viviamo cercando di assomigliare a quell'idea, allontanandoci da noi stessi. Questo si vede sempre, traspare e non paga. Essere quello che si è, la verità nel bene e nel male vince sempre.

Ti manca il set di CENTOVETRINE?

Moltissimo. E' stato un lutto per me. Mi manca il set, mi manca il mio camerino. Mi manca indossare i panni della mia dolcissima Carmen. Solo chi interpreta un ruolo per tanti anni può capire la malinconia che si prova nell'abbandonare un personaggio e non sapere dov'è e cosa fa. Mi mancano i meccanismi della soap e mi spiace non vederla in onda, perché la seguivo con affetto anche da spettatrice.

Cosa pensi di quello che è successo alla soap?

Sono molto dispiaciuta. 72 puntate già registrate buttate via, sinceramente non capisco cosa sia successo. Nessuno di noi la sa. Tra l'altro puntate molto belle in cui il mio personaggio era presente e con ritorni importanti. Non si capisce, solo un grande dispiacere.


Guardi le soap spagnole su canale 5?

Sì, quando riesco guardo il Segreto, soprattutto perché all' European Soap Fan Day a Napoli ho conosciuto molti attori protagonisti e sono simpaticissimi! Alex Gadea e tanti altri. Sono contenta che questa soap abbia successo. Lo merita.

Dove andrai per le tue vacanze?

Non ho ancora deciso. Io vivo molto alla giornata, soprattutto in questo periodo. Ho trascorso un inverno molto difficile per vari motivi e ho bisogno di mare, sole, spiaggia, ma ci sono impegni di lavoro e quindi devo capire.

Altri progetti in cantiere?

Teatro, voglio tornare al primo amore. mi sto preparando. Poi presento varie serate, festival di cinema, eventi di moda. Ho tanti progetti ma per ora non dico nulla. Ho poi girato il cortometraggio e booktrailer NAPOLI NEL CUORE di Giuseppe Cossentino.

Stefano Telese
 

InfoOggi.it Il diritto di sapere