Istat, giù fiducia di consumatori e imprese a dicembre - InfoOggi.it

Breaking News
  • Roma, nuovo avvicendamento in Campidoglio: al Bilancio arriva Lemmetti
  • Gb-Ue: trattativa prosegue. Ora è scontro sulla giustizia. Londra vuole liberarsi della Corte
  • Diritti umani, Trump stoppa aiuti ad Egitto
  • Svizzera, frana al confine con Lombardia: 100 persone evacuate
  • Fipronil, il comandante dei Nas: "Le uova italiane sono sicure"
  • Terremoto Ischia, Procura valuta ipotesi disastro e omicidio colposo
  • Uova contaminate: scoperti altri due casi
  • Terremoto a Ischia: due morti e 39 feriti
  • Terremoto a Ischia, raggiunti i due fratellini sotto le macerie. Estratto il bimbo di 7 mesi
  • Attentato di Barcellona: atteso per metà mattinata l'arrivo a Verona dei feretri italiani
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Istat, giù fiducia di consumatori e imprese a dicembre

Istat, giù fiducia di consumatori e imprese a dicembre
0 commenti, , articolo di , in Economia

ROMA, 29 DICEMBRE 2015 – Secondo l’Istituto nazionale di statistica nel mese di dicembre 2015 scende l’indice del clima di fiducia dei consumatori e delle imprese italiane; tuttavia, «nonostante la flessione, entrambi gli indici si mantengono sui livelli elevati registrati nei mesi precedenti».

In ordine ai consumatori, l’indice del clima di fiducia è diminuito a dicembre 2015 «a 117,6 da 118,4 del mese precedente»; nel dettaglio, spiegano gli analisti, «il calo risulta maggiore per le componenti economica e corrente che passano, rispettivamente, a 152,9 da 157,9 e a 109,1 da 111,6; la differenza è invece più contenuta per la componente personale (a 104,5 da 105,0) e quella futura (a 127,3 da 128,0)».

Quanto alle imprese, «il clima di fiducia sale nei servizi di mercato (a 114,3 da 113,8), mentre scende nelle costruzioni (a 114,8 da 121,4), nel commercio al dettaglio (a 109,1 da 115,0) e, anche se più lievemente, nella manifattura (a 104,1 da 104,4)».

Sul piano delle attese e dei giudizi relativi alla situazione economica attuale, «peggiorano le stime» su entrambi i fronti, «(a -24 da -20 e a 25 da 31 i rispettivi saldi). Per i giudizi sui prezzi nei passati 12 mesi il saldo aumenta a -16 da -19. Quanto alle attese sui prezzi nei prossimi 12 mesi, il saldo passa a -11 da -20. Aumenta il saldo delle attese di disoccupazione (a 2 da -8)».

Domenico Carelli

(Foto: myworld360.it)

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image