Lo star chef Paolo Dodaro nella sua Borgia, dalla Cina con furore ospite dell’Amministrazione

422
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BORGIA (CZ) 31 GENNAIO - Passione, impegno, sacrifici e tanta bravura. Da Borgia con furore verso la...

BORGIA (CZ) 31 GENNAIO - Passione, impegno, sacrifici e tanta bravura. Da Borgia con furore verso la Cina, dove è diventato famoso dopo aver vinto il programma tv "Masterchef". Oggi tiene numerosi show cooking e attività di formazione coinvolgendo una vastissima platea, ha saputo conquistare i cinesi con la sua professionalità, la sua eccellenza dando prestigio all’enogastronomia e quindi, promuovendo il territorio che l’ha visto crescere. Lo star chef Paolo Dodaro, infatti, è nato e risiede nel comune di Borgia. E nei giorni scorso, dopo essere stato a Catanzaro per la premiazione di “Vetrine in festa”, a cui Dodaro ha partecipato nell’ambito di un tour che da Matera è proseguito in Calabria, affiancato da Joy Chang in rappresentanza della Camera di commercio di Shanghai, lo chef ha fatto tappa nella sua Borgia, accolto dal vice sindaco Leonardo Maiuolo, e dagli assessori alle Attività produttive e alle Politiche sociali, rispettivamente Virginia Amato e Irene Cristofaro, in rappresentanza del sindaco Elisabeth Sacco.

“Siamo orgogliosi di accogliere e valorizzare un grande talento come il nostro Paolo – hanno detto i rappresentanti della Giunta Sacco – e lo ringraziamo per aver saputo diffondere le positività e l’eccellenza del nostro territorio con grande bravura e passione. Dalla promozione delle grandi potenzialità, prima di tutto umane come ci ha dimostrato Paolo, di un territorio ricco come quello di Borgia passa la crescita sociale ed economica di una comunità”. Maiuolo, Amato e Cristofaro hanno accompagnato lo star chef Dodaro in una breve visita nel prestigioso Parco Scolacium di Roccelletta, patrimonio artistico e culturale e simbolo della valorizzazione su cui puntare per guardare con fiducia all’incremento dello sviluppo turistico

InfoOggi.it Il diritto di sapere