• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo: l'Italia in zona rosso fuoco poi Weekend estremo, tra caldo intenso e forti temporali

Calabria > Catanzaro

Nei prossimi giorni una vasta area di alta pressione di origine africana infuocherà il nostro Paese con temperature davvero molto alte su alcune regioni. Tuttavia, entro venerdì 30 aspettiamoci qualche sorpresa.

Dopo i notevoli sconquassi sul fronte meteorologico della prima parte di questa ultima settimana di luglio, soprattutto al Nord, l'anticiclone africano è pronto a riprendersi la scena, avanzando nuovamente deciso verso il Bel Paese, con l'intento di provocare un'intensa ondata di calore che coinvolgerà praticamente tutta l'Italia nonostante, come spesso avviene, ci saranno alcune aree dove il caldo si farà sentire in forma più eclatante rispetto ad altre.


Già nelle prossime ore avremo un ulteriore e generale miglioramento delle condizioni atmosferiche e una decisa attenuazione dei temporali che negli ultimi giorni hanno attanagliato diverse regioni del Nord e alcuni angoli del Centro, provocando anche ingenti danni.

Ma vediamo meglio nel dettaglio cosa ci propone il quadro previsionale fino al termine della settimana.
Dopo un mercoledì le regioni settentrionali in piena convalescenza e dunque ancora intrappolate in un contesto votato all'instabilità atmosferica, da giovedì 29 l'alta pressione troverà la giusta energia per riconquistare i territori perduti. 

Tornerà a splendere un generoso sole anche su tutte le regioni settentrionali, dove qualche residuo e timido disturbo si limiterà ad interessare le sole zone alpine, specie quelle di confine. Inizieranno a salire gradualmente anche le temperature.
Proseguirà inoltre il bel tempo pure al Centro-Sud con le colonnine di mercurio anche qui in graduale aumento.

Avvolta da un clima sempre più infuocato, ecco che quasi tutta l'Italia vivrà un venerdì 30 all'insegna del bel tempo, nonostante alcune sorprese che non possiamo a priori escludere: ci riferiamo ancora una volta al Nord, dove sui comparti alpini e prealpini tornerà ad aumentare la probabilità di temporali.


Sarà questo il preludio al passaggio di un fronte temporalesco ben più organizzato, atteso invece per la giornata di domenica 1 agosto.
Ma su questo vi daremo maggiori dettagli nei prossimi aggiornamenti. Per ora, spazio al sole!

Previsioni per il weekend

Il primo grande weekend dell'esodo estivo sarà estremo. E' quanto emerge chiaramente dagli ultimi aggiornamenti della nostra APP ufficiale. Attenzione, la parola "estremo" va intesa in due sensi: sia come caldo intenso, sia come temporali violenti, grandine e raffiche di vento. D'altronde, la stagione estiva 2021 finora ci ha abituati a questo tipo di alternanze, specialmente sulle nostre regioni settentrionali.


E il weekend in arrivo non farà certo eccezione, con l'Italia che risulterà divisa tra l'arrivo di un pericoloso fronte temporalesco e l'ennesima risalita rovente dell'anticiclone africano.

Ma andiamo con ordine, analizzando la previsione aggiornata per sabato 31 luglio e domenica 1 agosto.

Diciamolo subito: verso il fine settimana l'anticiclone africano è previsto in gran spolvero e non mollerà la presa sul bacino del Mediterraneo. Per questo motivo, soprattutto al Centro-Sud e sulle due Isole maggiori, saremo ancora in balìa di un caldo a tratti opprimente e piuttosto afoso, con punte massime fin verso i 40°C (e anche oltre nelle zone interne), soprattutto nel corso della giornata di sabato 31 luglio.


Discorso leggermente diverso per il Nord dove, tra il pomeriggio e la serata un fronte temporalesco, in arrivo dalla Francia, riuscirà a sfondare dall'arco alpino centro-occidentale, destabilizzando non poco l'atmosfera.


Attenzione, a causa dei forti contrasti che si verranno a creare tra masse d'aria diverse non escludiamo il rischio di eventi meteo estremi come grandinate e nubifragi che potrebbero verificarsi, oltre che su Alpi e Prealpi, fin sulle pianure di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.


I fenomeni si ripercuoteranno poi anche nelle prime ore di domenica 1 agosto e per buona parte della mattinata festiva, interessando quasi tutte le regioni settentrionali e sconfinando pure sulla Toscana. Maggiormente al riparo sarà quasi esclusivamente l’Emilia-Romagna.


Poche le novità attese sul resto del Paese, ancora ben protetto dall'anticiclone africano: farà dunque ancora molto caldo specie al Sud e sulle due Isole maggiori, con valori termici oltre i 40°C sulla Puglia e nelle zone interne di Sicilia e Sardegna.

Insomma, sarà davvero un weekend estremo, vero specchio dei cambiamenti climatici in atto ormai da diversi anni... (iLMeteo)

In aggiornamento