• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Mezzo secolo di Catanzaro Capoluogo. Pisano: “fare di tutto per una legge speciale”

Calabria > Catanzaro

Dichiarazione di Giuseppe Pisano, capogruppo di Catanzaro con Abramo: 
CATANZARO, 14 LUG - “L’iniziativa organizzata da una serie di associazioni catanzaresi per celebrare i 50 anni del primo Consiglio regionale, che si tenne proprio a Catanzaro, il mezzo secolo del regionalismo e della nostra città come capoluogo calabrese, è stata il giusto inizio di una serie di commemorazioni che l’amministrazione Abramo vuole coordinare e organizzare per i prossimi mesi.

Ringrazio Fabio Lagonia e tutti gli altri personaggi di spessore, della cultura, della politica, dell’associazionismo e delle professioni che sono intervenuti nel corso dell’evento al Palazzo della Provincia. Lo spirito che ha animato quel luogo simbolo, all’interno del quale si sono tenute le prime ventidue riunioni del Consiglio regionale della Calabria, deve continuare a essere alimentato, rinvigorito, sostenuto. Catanzaro è capoluogo e non possono passare messaggi di altro tipo. Soprattutto, dobbiamo continuare a guardare le spalle di un titolo, legittimo dal punto di vista giuridico e storico, da attacchi che si sono sempre ripetuti, purtroppo, in maniera ciclica, ma che grazie a concrete levate di scudi, e qui non posso non ricordare le tante barricate alzate dal sindaco Abramo, sono stati rispediti al mittente.

Ora che il Consiglio regionale ha una forte presenza catanzarese credo sia il momento più adatto per arricchire senso e significato di Catanzaro capoluogo. Sono assolutamente d’accordo con il tavolo tecnico che il sindaco Abramo e il presidente del Consiglio comunale, Polimeni, hanno annunciato di voler istituire, con la presenza di personalità di spicco, per approfondire la discussione e redigere un piano di iniziative finalizzate alle celebrazioni di questo cinquantenario. E accanto a questo mi auguro che il Consiglio regionale, non potendo farlo l’amministrazione comunale, e la presidente della giunta Jole Santelli, ascoltino una legittima esigenza che proviene da Catanzaro: c’è bisogno che venga varata una legge speciale per Catanzaro capoluogo della Calabria, un testo che normi, una volta per tutte, le prerogative di questa città, che le ha avute da secoli, e tagli alla radice ogni richiesta, antistorica e antigiuridica, mirata a intaccare il ruolo di Catanzaro. Mi appello, dunque, ai consiglieri regionali eletti in questo collegio, al presidente di Palazzo Campanella, Mimmo Tallini, alla giunta regionale e alla presidente Santelli. I tempi sono fertili per una legge speciale che comprenda, in modo chiaro, anche i fondi del bilancio regionale da stanziare per il capoluogo riconoscendone concretamente il suo ruolo direzionale e di guida dei processi politici e di sviluppo della Calabria”.