• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Nuovo tentativo di attentato in Francia: auto contro agenti, ma nessun ferito

Lazio

VARCES-ALLIÈRES-ET-RISSET, 29 MARZO – A poche ore dalla commemorazione a Parigi del gendarme-eroe Arnaud Beltrame, ucciso dal terrorista che aveva preso in ostaggio i civili nel supemercato di Trèbes, la Francia ripiomba nella paura di un nuovo attacco terroristico. [MORE]

Nella regione meridionale dell’Alvernia-Rodano-Alpi e poco lontano dal confine con l’Italia, infatti, il conducente di un’automobile ha tentato di investire 7 militari che si trovavano nei pressi della caserma di Varces-Allières-et-Risset (nel dipartimento dell’Isère e vicino alla città di Grenoble), nella quale alloggia il 7° battaglione di cacciatori alpini francesi. Gli agenti che sono scampati al tentativo di attentato appartenevano però al 93° reggimento di artiglieria di montagna e stavano facendo jogging intorno alla caserma.

Grazie alla presenza di un piccolo fossato, i militari sono riusciti a scansarsi ed evitare l’impatto con il veicolo che si dirigeva verso di loro, presumibilmente in maniera deliberata. Dopo aver fallito l’attacco, il conducente dell’auto (una Peugeot 207 nera) si è rapidamente allontanato, passando ad insultare un secondo gruppo di soldati che si trovavano nei paraggi, per poi fuggire ad elevata velocità. Gli agenti sono comunque riusciti a raccogliere diverse informazioni, compreso il numero di targa della vettura, per poi fornire una descrizione del possibile attentatore agli investigatori accorsi sul posto.

Secondo il quotidiano locale Le Dauphiné Libéré, le autorità credono che effettivamente si trattasse di un tentativo di attentato, tuttavia non sono affatto note le motivazioni dell’autore, alla ricerca del quale sono state dispiegate diverse pattuglie per battere la zona palmo a palmo.

Nel frattempo, è stato naturalmente posto in massima allerta l’intero dipartimento dell’Isère ed il sindaco di Varces-Allières-et-Risset, Jean-Luc Corbet, ha comunicato tramite la radio “France Info” che gli allievi di tutte le scuole locali resteranno nelle classi e che tutti gli istituti scolastici saranno sorvegliati a vista dai gendarmi. Nessuno potrà entrare od uscire da edifici pubblici fino a nuovo ordine delle autorità locali.

 

Francesco Gagliardi

 

Fonte immagine: balkanweb.com