Pd: Guerini, chiarezza su regole, primarie per premier

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 9 LUGLIO - 'Sul tema modifica statuto bisogna riflettere, senza scorciatoie. E lo si farà nel...

ROMA, 9 LUGLIO - 'Sul tema modifica statuto bisogna riflettere, senza scorciatoie. E lo si farà nella commissione statuto, anche se dall'intervista del suo presidente sembra che sia stato tutto deciso. Se la maggioranza del partito è per il superamento della coincidenza tra leadership e premiership, per noi è necessario porsi il tema di come si sceglie la premiership e per questo rilanciamo il metodo delle primarie' Così Lorenzo Guerini, al telefono, invoca "chiarezza" e ribadisce il no a separare i ruoli di segretario e candidato premier. Lorenzo Guerini, interpellato al telefono sulle modifiche statutarie in cantiere nel Pd, sottolinea la necessità di garantire primarie per la premiership, se si separeranno i ruoli di segretario e candidato premier. "L'obiezione "siamo in un sistema proporzionale" non regge: quando si voterà la destra si presenterà col volto di Salvini per palazzo Chigi e noi cosa rispondiamo? Che dopo le elezioni decideremo la proposta per il premier in direzione per poi andare al confronto con le altre forze alleate? Su questo punto - afferma Guerini - chiediamo chiarezza. Per noi, insieme al rilancio della vocazione maggioritaria del partito democratico, è questione fondamentale".

"Sul tema modifica statuto bisogna riflettere, senza scorciatoie. E lo si farà nella commissione statuto, anche se dall'intervista del suo presidente sembra che sia stato tutto deciso. Se la maggioranza del partito è per il superamento della coincidenza tra leadership e premiership, per noi è necessario porsi il tema di come si sceglie la premiership e per questo rilanciamo il metodo delle primarie". Così Lorenzo Guerini, al telefono, invoca "chiarezza" e ribadisce il no a separare i ruoli di segretario e candidato premier. Lorenzo Guerini, interpellato al telefono sulle modifiche statutarie in cantiere nel Pd, sottolinea la necessità di garantire primarie per la premiership, se si separeranno i ruoli di segretario e candidato premier. "L'obiezione "siamo in un sistema proporzionale" non regge: quando si voterà la destra si presenterà col volto di Salvini per palazzo Chigi e noi cosa rispondiamo? Che dopo le elezioni decideremo la proposta per il premier in direzione per poi andare al confronto con le altre forze alleate? Su questo punto - afferma Guerini - chiediamo chiarezza. Per noi, insieme al rilancio della vocazione maggioritaria del partito democratico, è questione fondamentale".

InfoOggi.it Il diritto di sapere