• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Piazza Affari, Resoconto della giornata (21/01/2013)

Lombardia

MILANO, 21 GENNAIO 2013 – Piazza Affari inizia la settimana finanziaria in progresso, con l’indice Ftse Mib a 17.631,99 punti (+0,44%), All Share 18.622,54 punti (+0,45%). Sulla stessa lunghezza d’onda le principali consorelle europee: a Lisbona Psi 20 6.323,95 punti (+1,11%); ad Amsterdam Aex 353,07 punti (+0,62%); a Madrid Ibex 8.665,9 punti (+0,72%); a Francoforte Dax 7.748,86 punti (+0,61%); a Parigi Cac 3.763,03 (+0,57%); a Londra Ftse 6.180,98 punti (+0,43%); a Bruxelles Bel 20 2.547,39 punti (+0,31%). In lieve aumento il differenziale tra i Btp -Bund tedeschi, che ha chiuso a 263,2 punti base, rispetto ai 261 di venerdi' scorso.

A Milano, sull’indice principale, in luce su Fiat Industrial (+3,75%) e Fiat (+3,92%). Bene anche Buzzi Unicem (+2,17%), Prysmian (+1,93%) e Pirelli (+1,76%). Exor (+1,7%).In rosso Mps (-0,41% a 0,2942 euro), dopo che Societe Generale, pur portando il target price da 0,12 euro a 0,18 euro, ha ritenuto che la banca presenti ancora problemi non compensati dalla riduzione dello spread riguardanti il capitale, la qualità dell'attivo e la redditività. Tra i bancari, Unicredit (+1,4% a 4,482 euro) e Banco Popolare (+1,46% a 1,527 euro). Di poco sotto la parità Intesa Sanpaolo (-0,07% a 1,506 euro). [MORE]

Sul mercato dei cambi, piatto l'euro scambiato a 1,3323 dollari, da 1,3324 dollari venerdi'. In flessione anche l'oro al London Bullion Market al fixing pomeridiano vale 1.687,50 dollari l'oncia, da 1,688 al fixing di stamani.

Rosy Merola