• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Dopo otto anni si cerca Marina Arduini. Il nipote e la criminologa Giuliani parlano del caso

Lazio

FROSINONE, 18 GENNAIO 2014 - Marina Arduini, commercialista trentasettenne di Frosinone, è scomparsa in data 19 Febbraio dell'anno 2007. Il caso, particolarmente complesso anche per via delle minacce ricevute dalla famiglia, sembra essere giunto ad un punto di svolta dopo otto anni.

Frosinone: ad otto anni dalla scomparsa si cerca Marina Arduini. Il nipote Manuel e la criminologa dott.sa Immacolata Giuliani parlano del caso ad InfoOggi

Nella mattinata del 16 Gennaio, infatti, la Polizia ha iniziato a cercare Marina Arduini con l'ausilio dei cani molecolari. La zona, segnalata agli inquirenti dal legale di famiglia e dalla criminologa che segue il caso, la dott.sa Immacolata Giuliani, non è stata resa nota alle agenzie di stampa, ma il nipote Manuel riferisce ad InfoOggi: "Si tratta di un terreno di quattro ettari, con una stalla e un canale".

La criminologa Immacolata Giuliani aggiunge: "E' un agriturismo", poi racconta come si è giunti al terreno: "Abbiamo presentato un' istanza con richiesta accertamenti sulle indagini. In particolar modo si richiede di cercare in determinate zone ed abbiamo proposto, a tal riguardo, l' intervento del cane Orso e del suo istruttore, l' ispettore Paolo Lunardi".[MORE]

Manuel, il nipote di Marina Arduini, spiega: "Dopo otto anni stanno cercando Marina per la prima volta. E' un importante traguardo per il momento, ma siamo contrariati dal fatto che siano venuti a conoscenza dell' inizio delle ricerche prima i media della famiglia. I miei nonni -i genitori di Marina Arduini, n.d.r.- sono anziani ormai: hanno rischiato un malore sentendo in televisione di queste novità. In cuor loro hanno sempre sperato che Marina fosse viva, ma la realtà è ben diversa. Nessun genitore dovrebbe seppellire il proprio figlio, ci stanno negando anche questo ultimo atto di pietà".

Alla domanda "Dopo otto anni vi è speranza di trovare qualcosa?", la criminologa Immacolata Giuliani risponde: "E' difficile, ma non impossibile. Il cane Orso seleziona i resti animali da quelli umani, li distingue, ed io sono testimone oculare del suo fiuto". Inoltre, fa sapere: "Orso è lo stesso cane che ha trovato i resti durante le ricerche di Pasqualino Porfidia e che ha ritrovato Samanta Fava".

Il cane utilizzato è dunque addestrato a fiutare i resti umani. Il suo impiego è quindi differente quindi da quello dei cani molecolari che vengono utilizzati generalmente nelle prime fasi di scomparsa, quando la persona viene ricercata viva. 

Per approfondire:
Scomparsa di Marina Arduini, intervista al nipote: «Aiutateci. Verità e giustizia sono diritti»
La scomparsa di Marina Arduini, le indagini approssimative e l'appello della famiglia: «Aiutateci»
Il blog curato dal nipote Manuel: Verità per Marina Arduini

(In foto Marina Arduini, da cerchiamomarina.blogspot.it)

Alessia Malachiti