Luca Abete, l'A3 e l'autostrada infinita

0
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
REGGIO CALABRIA, 13 GIUGNO 2013 - Una lingua d’asfalto lunga poco meno di 450 chilometri, che ...

REGGIO CALABRIA, 13 GIUGNO 2013 - Una lingua d’asfalto lunga poco meno di 450 chilometri, che dovrebbe collegare il centro all’estremo sud, mettendo in comunicazione tutta la penisola.

Un’opera fondamentale eppure mai terminata, diventata il simbolo dell’Italia incompiuta.
L’inviato di Striscia la Notizia, Luca Abete, ha provato a percorrere tutta l’A3 da Reggio Calabria fino a Salerno, per documentarne la situazione attuale e raccontare una delle storie più tormentate che il nostro Paese conosca.

Il risultato non è stato dei più confortanti. Sul suo cammino ha incontrato una lunghissima fila di cantieri, deviazioni, lavori in corso, cartelli gialli e luci lampeggianti che hanno inevitabilmente rallentato il suo viaggio proprio come rallentano il percorso di migliaia di automobilisti e motociclisti che ogni giorno percorrono, loro malgrado, questa strada.

I lavori della Salerno-Reggio iniziarono nel 1962 su impulsi del governo Fanfani che reputò necessaria la costruzione di un’autostrada che collegasse, in maniera rapida, la punta dello stivale al resto del Paese. Il primo tratto – da Salerno a Lagonegro - fu inaugurato già nel 1966 e l’intera opera venne completata nel 1972. Dieci anni di lavori per un’opera che apparve subito inadeguata, più simile ad una strada statale che non ad un’arteria ad alta velocità, così curvilinea, priva di corsie d’emergenza e con carreggiate ristrette.

Fu, però, solo quando l’Unione Europea impose un adeguamento ai parametri comunitari che si misero in campo i mezzi per iniziare una lunga opera di ristrutturazione. Così nel 1997 si diede il via ai lavori di ammodernamento che avrebbero dovuto terminare nel 2003, ma che si sono inesorabilmente protratti fino ad oggi.

Secondo le stime diffuse dall’Anas - riferite al mese di novembre 2011 – dei 443 chilometri di autostrada (per il 50% tratti di montagna) 240 sono stati completati, 120 sono in corso di ultimazione e 25 sono in appalto.
I restanti 85 chilometri sono ancora in fase di progettazione.

InfoOggi.it Il diritto di sapere