Su Marte scorre acqua ed è salata, annuncio della Nasa

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PARIGI 28 SETTEMBRE 2015 - Su Marte scorre acqua liquida, in minuscoli ruscelli di acqua salata...

PARIGI 28 SETTEMBRE 2015 - Su Marte scorre acqua liquida, in minuscoli ruscelli di acqua salata che compaiono periodicamente, lasciando striature scure la cui origine era finora misteriosa. La prova, pubblicata su Nature Geoscience, arriva dal satellite americano Mro (Mars Reconnaissance Orbiter), la sonda spaziale polifunzionale americana lanciata il 12 agosto 2005.

Finora le immagini satellitari avevano osservato la formazione di linee scure, lunghe fino a 5 metri, lungo i pendii marziani, a latitudini e quote molto differenti. Queste linee scure hanno la caratteristica di comparire e allungarsi sempre più durante le stagioni calde per poi svanire in quelle più fredde. La capacità degli strumenti non permetteva però di definire con certezza se i canali potessero essere provocati dall'acqua oppure da qualche altro fenomeno ancora non compreso. La presenza di sali idrati negli stessi momenti in cui le linee si formano è adesso, per i ricercatori, la prova attesa da tempo dell'esistenza su Marte di acqua allo stato liquido, seppur in piccole tracce. 

 La presenza di acqua salata su Marte riaccende le speranze di trovare forme di vita extraterrestre: la stessa Nasa afferma che le condizioni di abitabilità sul Pianeta Rosso potrebbero essere migliori di quanto ipotizzato finora. La presenza di vita ''è molto probabile, credo ci possano essere dei microbi da qualche parte nella crosta di Marte'', afferma Alfred McEwen, che segue le operazioni del satellite Mars Reconnaissance Orbiter 'autore' della scoperta. 'Non possiamo ancora dire se esiste vita extraterrestre - aggiunge Jim Green, direttore delle scienze planetarie della Nasa - ma seguire l'acqua è cruciale. Ora abbiamo la grande opportunità di trovarci davanti ai siti più adatti per cercare davvero le prove''.

Nonostante l'origine e la composizione chimica dell'acqua sia ancora sconosciuta qualunque sia la fonte, la prospettiva di acqua liquida stagionale apre all'ipotesi che Marte, considerato un pianeta freddo e morto, potrebbe ospitare la vita. Il rover della Nasa, Curiosity ha trovato evidenze che in passato Marte possedeva tutte le caratteristiche e habitat adatti a ospitare vita microbica. Gli scienziati stanno cercando di capire come il Pianeta Rosso possa essere passato dall'essere caldo, umido e simile alla Terra al freddo e secco deserto di oggi.

Tiziano Rugi  

InfoOggi.it Il diritto di sapere