Bomba carta esplosa nel cortile del presidente Pescara calcio

28
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PESCARA, 8 MAGGIO 2017 - Una bomba carta è esplosa, nella tarda sera di ieri, nel giardino de...

PESCARA, 8 MAGGIO 2017 - Una bomba carta è esplosa, nella tarda sera di ieri, nel giardino dell'abitazione del presidente del Pescara calcio, Daniele Sebastiani. E' il secondo atto intimidatorio nei confronti di Sebastiani a cui, tre mesi fa, sono state incendiate due auto. 

L'esplosione è avvenuta attorno alle 23:15, sull'espisodio indaga la Digos. Per risalire agli autori del gesto, gli investigatori analizzeranno anche le telecamere presenti in zona. Un gesto, quello di ieri, che ha sconvolto la Città. Immediate le espressioni di solidarietà giunte a Sebastiani, tra cui quella del Comune di Pescara.

"Come abbiamo avuto occasione di affermare non più di tre mesi fa, l'indomani dei danni subiti dal presidente ancora una volta in casa propria - affermano il sindaco Marco Alessandrini e l'assessore allo Sport Giuliano Diodati - la violenza e l'intimidazione non possono essere considerate strumento di dialogo, nè espressione di malcontento per le sorti della nostra squadra. Parliamo di strumenti che non appartengono alla comunità biancazzurra che ha seguito sempre il Pescara sia prima che dopo la serie A e che comunque non servono a raggiungere alcun tipo di traguardo".

"Noi vogliamo essere la popolazione che segue la squadra sugli spalti dello stadio, in trasferta e in televisione - continua la nota del Comune - ma che mai ricorre a fomentare la paura per manifestare la propria esistenza o la propria opinione".

Daniele Basili

immagine da mediagol.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere