Elezioni europee, Berlusconi studia candidatura in tutte le circoscrizioni italiane

743
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 18 GENNAIO – Una candidatura estesa a tutte le circoscrizioni italiane, è questa l’ul...

CAGLIARI, 18 GENNAIO – Una candidatura estesa a tutte le circoscrizioni italiane, è questa l’ultima idea di Silvio Berlusconi per le prossime elezioni europee. Ad annunciarlo è lo stesso ex premier, che durante la prima tappa del tour per sostenere Daniela Noli di FI alle elezioni suppletive per la Camera, ha sottolineato come l’idea di presentare il proprio nome in tutta la penisola sia in realtà arrivata dai suoi collaboratori.

Sembrerebbe, infatti, la parità di genere sia doverosa nel numero totale dei candidati, e non sia invece richiesto un’alternanza tra candidato maschile e femminile.

Il Cavaliere ha poi parlato di una possibile sfida con il proprio (ex?) alleato alle elezioni, Matteo Salvini, dichiarando di non temere nessun confronto, e ribadendo che l’obiettivo comune è riformare l’Unione, per superare austerità, numeri e burocrazia.

L’idea di un ritorno in campo di Berlusconi, per giunta in prima persona, è stata mal digerita dalla Lega. Alcuni esponenti vicini al leader del Carroccio, infatti, l’hanno definita “fuori dal tempo”, indicandola come un segnale che “Forza Italia guarda al passato e non al futuro”. Si è mostrato indifferente, invece, Salvini, il quale si è limitato a dichiarare che “così gli italiani sceglieranno”.

Dal canto suo il Cavaliere ha già fatto parlare di sé, motivando il rinnovato impegno con l’esigenza di “fermare questo governo” e di contrastare i 5 stelle, definiti “peggio dei comunisti del 1994” e “più incompetenti”.

Le elezioni per il Parlamento Europeo si terranno domenica 26 maggio e – per la prima volta dopo lungo tempo – non vedranno la partecipazione degli elettori del Regno Unito in seguito alla Brexit

Paolo Fernandes

Foto: repubblica.it


InfoOggi.it Il diritto di sapere