Forlì, ferisce la fidanzata incinta con un cacciavite e tenta di strangolarla: arrestato

368
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
FORLI’, 27 DICEMBRE – Una relazione caratterizzata da continue minacce e violenze, fino a quando...

FORLI’, 27 DICEMBRE – Una relazione caratterizzata da continue minacce e violenze, fino a quando, lo scorso mercoledì, stava per consumarsi una tragedia. È accaduto a Forlì, dove una ragazza originaria del Marocco, di 29 anni, incinta, è stata portata dal fidanzato, suo coetaneo e connazionale, in una strada isolata e lì l’uomo ha iniziato prima ad accusarla di essergli infedele e poi l’ha aggredita. 

Due colpi al volto con un cacciavite, schiaffi, un tentativo di strangolamento con un laccio e poi, non appena la vittima ha ripreso conoscenza, il suo aguzzino le ha sferrato un colpo in testa con una pinza di ferro. Per paura che i familiari della ragazza si accorgessero delle ferite, l’uomo l’ha tenuta due giorni in una stanza di albergo, privandola del cellulare e minacciandola di morte se avesse rivelato a qualcuno quello che le aveva fatto. 

I particolari dell’agghiacciante violenza sono emersi soltanto sabato: la giovane lamentava forti dolori al polso destro e l’aggressore si è lasciato convincere e l’ha accompagnata al Pronto Soccorso Morgagni Pierantoni di Forlì. Ai medici dell’ospedale, la ragazza ha raccontato che le ferite sul suo corpo erano la conseguenza di una caduta, ma il personale sanitario non ha trovato compatibili i traumi riscontrati con le sue dichiarazioni e ha avvisato i Carabinieri.

Nel corso del colloquio con gli uomini dell’Arma, la giovane ha raccontato loro i dettagli dell’aggressione e ha aggiunto che le violenze andavano avanti da circa due anni. L’uomo è stato arrestato con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni pluriaggravate e porto abusivo di oggetti atti a offendere. 

Luigi Cacciatori 

Fonte immagine: donnamoderna.com

InfoOggi.it Il diritto di sapere