Gac Sardegna Orientale: "Tu come la vedi?" è il concorso per le scuole superiori

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TORTOLI' , 14 NOVEMBRE 2015 - Un concorso riservato agli studenti delle scuole secondarie di se...

TORTOLI' , 14 NOVEMBRE 2015 - Un concorso riservato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado presenti nel territorio del GAC Sardegna Orientale. L’idea, scaturita dalle vivide menti del Gruppo di Azione Costiera, è tesa a sensibilizzare le generazioni più giovani su tematiche che in futuro, direttamente o indirettamente, li vedranno coinvolti.
La finalità dell’iniziativa che si intitola “Tu come la vedi?” è di formare un gruppo di lavoro nel quale ognuno esprimerà la sua visione per la preservazione delle lagune e il miglioramento delle attività connesse.
I Dirigenti Scolastici avranno l’incarico di raccogliere le adesioni dei ragazzi; successivamente sarà il Consiglio di Amministrazione del GAC SO a costituire il gruppo di lavoro (o i gruppi, in caso di più di 10 candidature).
L’iscrizione si perfeziona con l’invio, entro il 20 novembre 2015, di un plico contenente il nominativo dei partecipanti. Dovrà essere indirizzato a: Gruppo d’Azione Costiera Sardegna Orientale C/OGAL Ogliastra via Grazia Deledda 2, 08040 ELINI (OG).
Tutte le informazioni, modulistica e allegati sono pubblicati sul sito del GAC Sardegna Orientale www.flag-sardegnaorientale.it. Eventuali informazioni possono essere richieste a mezzo posta elettronica ai seguenti indirizzi: info@flag-sardegnaorientale.it , gacsardegnaorientale@pec.it .

PECULIARITÁ DEL CONCORSO

“Tu Come la vedi” ? è un sottoprogetto di educazione e sensibilizzazione volto a incrementare il livello di conoscenza degli ambienti lagunari; delle interazioni fra flora e fauna, in presenza di determinate tipologie di produzione (es: la vongola verace), degli impatti ambientali dell’attività umana su ecosistemi delicati come quelli lagunari.
Così facendo si vuole incrementare il livello di integrazione fra il mondo della scuola e il territorio circostante. In tal modo si creano occasioni di conoscenza degli ambienti, delle persone e delle tecniche di produzione, attraverso la frequentazione periodica delle lagune e il coinvolgimento giovanile nel disegno degli scenari futuri relativi ai territori dell’area GAC.
I partecipanti avranno modo di approfondire anche tutto ciò che riguarda le buone prassi per l’educazione alimentare, soprattutto nelle fasce più giovani della popolazione, al fine di migliorare il benessere collettivo, incrementare il livello di consapevolezza di una dieta equilibrata basata su produzioni locali a basso impatto ambientale e favorire le azioni di disseminazione in tema di educazione alimentare nelle scuole.

COME SI CONCRETA

Negli obiettivi gli studenti dovrebbero incontrarsi almeno tre volte per discutere e confrontarsi sulle idee e sulle proposte per il territorio GAC SO. I tre incontri principali avverranno in presenza di animatori del Gruppo di azione che supporteranno gli allievi nel loro lavoro.
Le location individuate come sede dei lavori sono:
- Tortolì (Sede operativa del GAC o Cooperativa Pescatori Tortolì)
- Muravera (Feraxi Soc. Coop.)
- Santa Lucia, Siniscola (Centro educazione ambientale Lea Hydromates,)


Il GAC Sardegna Orientale è un raggruppamento di soggetti pubblici e privati che si pone l’obiettivo di rendere maggiormente competitiva la “zona di pesca” comprendente i Comuni di Posada, Siniscola, Orosei, Dorgali, Baunei, Lotzorai, Tortolì, Cardedu, Bari Sardo, Villaputzu, Muravera, Castiadas, Villasimius.
Si mira a realizzare un percorso di sviluppo per trasformare la Costa orientale in un territorio d’eccellenza, in grado di proporre, ad una sempre più ampia tipologia di utenza, una offerta turistica destagionalizzata e di qualità, capace di integrare nel flusso turistico anche altri prodotti e servizi checaratterizzano i luoghi.

Tutte le informazioni riguardanti il Gac Sardegna Orientale si possono leggere sul sito:
www.flag-sardegnaorientale.it/ e sulla pagina www.facebook.com/gacsardegnaorientale

InfoOggi.it Il diritto di sapere