• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

InArt - A Verona la 1° Biennale della Creatività in Italia

Veneto

VERONA, 9 FEBBRAIO 2014 - L’evento presentato dalla rubrica InArt, di infoggi.it, questa settimana rappresenta un po’ il principio base della rubrica stessa, ovvero quello di promuovere e valorizzare la creatività di artisti contemporanei, e diffonderne la poetica a livello internazionale. Stiamo parlando della 1° Biennale della Creatività in Italia, che sarà inaugurata giorno 12 Febbraio 2014 presso la Fiera di Verona (Palaexpo) da Vittorio Sgarbi. Un evento questo, patrocinato dalla Regione Veneto e dal Comune di Verona (Assessorato dei Beni Culturali), curato da Paolo Levi e Sandro Serradifalco, in cui sarà possibile visionare diverse sezioni ospiti di varie discipline artistiche, tra cui pittura, scultura, grafica, fotografia, design, videoart e letteratura.

Per ogni sezione saranno scelti i più importanti interpreti contemporanei nazionali ed esteri, selezionati da una commissione d’alto livello, diretta da Paolo Levi, che garantisce uno spaccato della creatività moderna di ampio respiro. Il tutto avverrà anche attraverso eventi collaterali in seno alla manifestazione. Uno su tutti quello curato dalla Galleria 56 di Bologna dedicato a "MARIO SIRONI e il Novecento”.[MORE]

Il pubblico che visiterà la Biennale avrà un ruolo molto importante all’interno di essa, potrà infatti esprimere un voto per gli artisti che espongono nelle varie sezioni, dando così la possibilità ai più sostenuti di esporre gratuitamente due opere a New York, in occasione di Artexpo - New York 2014. I vincitori verranno premiati il 16 Febbraio 2014 alla presenza di varie autorità, oltre che di una madrina d’eccezione: Katia Ricciarelli.

Prevista anche la presenza di Red Ronnie che intervisterà gli artisti presenti mixando arti figurative a musica e spettacolo. La 1° Biennale della Creatività sarà fruibile gratuitamente dal 13 al 16 Febbraio dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

Vittorio Sgarbi: “Il vero dramma degli artisti del nostro tempo è la dilatazione della creatività oltre confini umanamente presidiabili. C'è un eccesso di creatività che non significa dilettantismo, omologazione, ma necessità, urgenza di dire con strumenti spesso affilati e affinati. Ora, qualunque scelta, qualunque distinzione, non solo può apparire, ma è arbitraria, perché libertà e creatività chiedono e impongono rispetto. Così è avvenuto anche in questa occasione. Mi risulta un panorama vasto, inesauribile, e anche imperdibile per capire cosa è avvenuto e cosa avviene quotidianamente nell'arte spontanea e necessaria di coloro che non hanno avuto protezioni, raccomandazioni, colpi di fortuna. E tranquillamente - o disperatamente - lavorano per restituirci una loro idea del mondo. La scelta, come le esclusioni, è stata prudente. Ancora molto non è apparso, o non ha desiderato apparire. Anche questi ultimi - disobbedienti - potrebbero esserci. Staremo a vedere. Ma non sappiamo dove andremo a finire".



Verona: Sede della prima Biennale è la città scaligera, culla d’arte, famosa in tutto il mondo perchè scenario della tragedia “Romeo e Giulietta”, e divenuta per questo la città dell’amore per antonomasia. Dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, per la sua struttura urbana e per la sua architettura, la città veneta è non solo un luogo in cui risiedono elementi artistici di alto pregio, ma è anche una località dall’alto interesse storico. Una città dal doppio cuore, romano e moderno, in cui da una parte si trovano le mura romane e dall’altra i fortilizi rinascimentali. Importante l’opera di restauro di Cangrande della Scala, e tipico il colore rosso dei mattoni dei palazzi alternati al marmo bianco romano. Un connubio di grande effetto che fa di Verona l’urbs marmorea.
"Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte". (William Shakespeare, Romeo e Giulietta, atto III, scena III)


info@biennaleitaliacreator.it

www.biennaleitaliacreator.it

Katia Portovenero