La musica sfida la paura, il concerto di Radio Italia a Milano - InfoOggi.it

Breaking News
  • Barcellona, indagini su attentato: i terroristi volevano distruggere la Sagrada Familia
  • Dopo le polemiche, aperta nuova tendopoli per i migranti a S.Ferdinando
  • Barcellona, attentato alle Ramblas: ritrovato vivo il bimbo australiano Julian Cadman
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

La musica sfida la paura, il concerto di Radio Italia a Milano

La musica sfida la paura, il concerto di Radio Italia a Milano
0 commenti, , articolo di , in Cultura e Spettacolo

MILANO, 19 GIUGNO -  Un’edizione “particolare” quella 2017 del Radio Italia live, che ha preso il via ieri, 18 giugno, in piazza Duomo a Milano. Dopo i recenti fatti di Manchester e Torino le misure di sicurezza, su decisione della Prefettura, sono state rafforzate ed è stato stabilito l’ingresso a numero chiuso. La piazza è stata infatti transennata, stabilendo una capienza massima in 23.500 persone ( in passato l’evento era arrivato ad ospitare anche 100mila persone). Il pubblico è stato suddiviso in zone: una prima denominata Area 1, più vicina al palco e aperta in tarda mattinata, e una seconda area delimitata dai portici esterni della Galleria da un lato e le transenne piazzate all'angolo con corso Vittorio Emanuele dall'altro. Prima dell’inizio dell’evento gli speaker di Radio Italia hanno indicato i modi corretti per uscire dall'area del concerto. I varchi d’accesso sono stati presidiati dalle forze dell’ordine che hanno effettuato il filtraggio del pubblico ricorrendo anche all’uso dei metal detector. Ingente anche lo spiegamento di vigili e volontari della Protezione Civile. Sempre per precauzione, già a partire dalle 15, è stata chiusa la stazione Duomo della metropolitana e le vie attorno alla piazza sono state chiuse al traffico. Tutto questo non ha però condizionato il successo dell’ormai classico concerto di inizio estate dell’emittente televisiva. 

La musica come deterrente della paura

Sempre in virtù dei recenti fatti di cronaca, Radio Italia ha lanciato lo slogan “La musica è più forte”. Come spiegato dal fondatore e Presidente del canale radio e tv, è stato chiesto a tutti di indossare una maglietta bianca "in segno di rispetto per tutti i recenti accadimenti, ma anche per unirci tutti insieme ancora più degli anni scorsi". La musica, da sempre fonte di gioia, intesa dunque uno strumento per vincere la paura, per dare un segnale forte e positivo.

Numerosi ospiti


L’evento di ieri, trasmesso anche in diretta su Radio Italia, Radio Italia Tv e in streaming su radioitalia.it, è stato presentato dal duo comico Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Diversi gli artisti presenti: tutti i grandi protagonisti dell’attuale scena musicale italiana. Ad aprire il concerto, poco prima delle 20, il bassista Saturnino, poi subito Giorgia, con la quale i conduttori hanno improvvisato un simpatico duetto, Benji e Fede e Umberto Tozzi, prima da solo e poi con Anastacia, con la quale ha duettato sulle note di “Ti amo”.
In scaletta poi le esibizioni di Lele, Emma, del vincitore di Sanremo 2017 Francesco Gabbani, Alessandra Amoroso, da sola e poi assieme a Fedez e J-Ax, Fiorella Mannoia, Samuel, Nek, che ha duettato con J-Ax e con i presentatori, ed Elodie.
La serata è stata chiusa da un illustre ospite: Andrea Bocelli, che ha interpretato l'aria "Nessun dorma" della Turandot di Puccini e riproposto la sua "Con te partirò".

Venerdì prossimo il secondo appuntamento con Radio Italia live, in diretta da Palermo. Il concerto, come avvenuto già ieri, sarà inoltre trasmesso in contemporanea su Real Time e su Nove.

Antonella Sica

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image