La Regione Valle d'Aosta aderisce al progetto europeo "TR.ACK"

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
AOSTA, 15 NOVEMBRE 2013 - Come riportato dal sito regionale della Valle d'Aosta, l’Assessorato...

AOSTA, 15 NOVEMBRE 2013 - Come riportato dal sito regionale della Valle d'Aosta, l’Assessorato delle attività produttive e politiche del lavoro comunica che, nella seduta di oggi, venerdì 15 novembre, la Giunta regionale ha approvato l’adesione della Regione al progetto europeo Leonardo TR.ACK (Transnational Acknowledgement of work experience in foreign companies), nell’ambito del programma di apprendimento permanente 2007/2013 – Programma settoriale Leonardo da Vinci 2012/2014. Al progetto, coordinato dal Friuli Venezia Giulia, partecipano anche, per l’Italia, la Provincia autonoma di Trento, e Regioni di Olanda, Polonia, Spagna e Belgio.

«Un progetto europeo per riconoscere le competenze professionali acquisite nel corso di tirocini all’estero. E’ questo l’obiettivo che l’Assessorato persegue attraverso l’adesione a “TR.ACK” - sottolinea l’Assessore Pierluigi Marquis -, iniziativa che riveste particolare importanza in quanto incentiva i tirocini all’estero, esperienza di grande valore formativo, e, attraverso il modello che verrà elaborato, permetterà anche il riconoscimento formale delle competenze acquisite al fine di poterle spendere nel mercato del lavoro».

Finanziato dalla Commissione Europea nel quadro del Programma Leonardo da Vinci per un importo pari al 75 per cento del budget totale, il progetto intende migliorare la qualità del sistema europeo di formazione professionale attraverso il trasferimento di pratiche innovative volte al riconoscimento delle competenze acquisite durante le mobilità internazionali. La quota di cofinanziamento della Valle d’Aosta ammonta a circa 11mila euro, a fronte di un cofinanziamento europeo di quasi 35mila euro.

Il progetto si articola in diverse azioni e prevede la partecipazione della Regione all’interno del gruppo di lavoro comunitario che analizzerà le prassi attualmente in uso nella gestione dei tirocini, la definizione di un modello di riconoscimento delle competenze univoco, lo sviluppo dell’interfaccia Internet e la realizzazione di focus group in imprese per il testing del modello di certificazione. I risultati saranno presentati nel corso del prossimo anno.

Fonte Regione Valle d'Aosta

InfoOggi.it Il diritto di sapere