Lavoro, Inps: in otto mesi 319mila contratti stabili in più

4
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
NAPOLI, 12 OTTOBRE 2015 - Secondo i dati dell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, nei...

NAPOLI, 12 OTTOBRE 2015 - Secondo i dati dell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, nei primi otto mesi del 2015 i contratti a tempo indeterminato sono stati 1.164.866, circa 90mila più delle cessazioni (cresciute di 46.537) e 319.102 in più (il 34,6%) rispetto a quelli siglati nello stesso periodo del 2014. Emerge inoltre anche una crescita dei contratti a termine (+29.377). Si riducono invece le assunzioni in apprendistato (-11.744).

«Il #JobsAct porta più diritti e più lavoro #italiariparte», ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Matteo Renzi, riportando i dati dell'Inps.

Complessivamente, sommando tutte le forme contrattuali, i posti di lavoro creati sono stati 600mila: rispetto allo scorso anno, infatti, i neoassunti sono 317mila in più a quota 3,6 milioni, mentre le cessazioni sono aumentate di 47mila unità a 3 milioni.

Nei primi otto mesi dell'anno sono quindi stati 790.000 i rapporti di lavoro a tempo indeterminato instaurati con la fruizione dell'esonero contributivo.
Inoltre, alla differenza tra attivazioni e cessazioni nei primi 8 mesi dell'anno (91.663 unità), bisogna aggiungere le trasformazioni a tempo indeterminato (276.658 quelle da contratti a termine, 55.134 quelle da contratto di apprendisti), per un totale di contratti fissi in più nell'anno di 423.455 unità. Un dato, questo, migliore di 319.102 unità (+305%), rispetto al saldo positivo di 104.353 contratti standard nei primi 8 mesi 2014.

[foto: tgcom24.mediaset.it]

Antonella Sica

InfoOggi.it Il diritto di sapere