Parigi, uomo armato di coltello uccide madre e sorella. Assalitore freddato dalla Polizia

60
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PARIGI, 23 AGOSTO - A Trappes, sobborgo situato ad una trentina di chilometri dalla capitale frances...

PARIGI, 23 AGOSTO - A Trappes, sobborgo situato ad una trentina di chilometri dalla capitale francese, nella mattinata di oggi un uomo armato di coltello ha ucciso la madre e la sorella. Una terza persona, presumibilmente una passante, è rimasta gravemente ferita. L’assalitore, dopo aver accoltellato a morte le due donne, si è barricato in un edificio ma è stato neutralizzato dalle forze speciali della Polizia. Risulta possibile che l’uomo abbia urlato “Allah Akbar” prima di essere ucciso.

L’autoproclamato Stato Islamico ha rivendicato l’attacco attraverso l’agenzia di propaganda Amaq, ma gli inquirenti non escludono che possa trattarsi di una lite familiare degenerata in tragedia. L’offender, classe 1982, pare soffrisse di problemi psichici ed era già noto alle forze dell’ordine. Schedato come islamista radicale (S), nel 2016 era stato condannato per apologia di terrorismo.

Il ministro dell’Interno, Gerard Collomb, ha affidato ad un tweet il suo personale messaggio di cordoglio per le vittime e si è congratulato per la rapidità ed efficienza con la quale la Polizia ha condotto l’operazione: “I miei primi pensieri vanno alle vittime e ai loro cari. Voglio elogiare le forze di sicurezza per la loro reazione esemplare e mobilitazione".

Luigi Cacciatori

Imagine da: leggo.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere