Piazza Affari, Resoconto della giornata (22/05/2013)

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MILANO, 22 MAGGIO 2013 – Chiusura positiva per Piazza Affari e per le consorelle europee: il F...

MILANO, 22 MAGGIO 2013 – Chiusura positiva per Piazza Affari e per le consorelle europee: il Ftse Mib ha archiviato la seduta a +0,68% a 17.545 punti, il Dax a +0,69% a 8.530 punti, il Cac 40 dello 0,37% a 4.051 punti, il Ftse 100 dello 0,53% a 6.840 punti. Stazionaria Madrid, dove l'Ibex 35 ha registrato uno 0,02% a 8.462 punti. Positivi, a momento della scrittura, gl’indici americani: il Dow Jones è a quota +0,74% a 15.501 punti, lo S&P 500 +0,72% a 1.681 punti e il Nasdaq Composite +0,59% a 3.044 punti.

A condizionare le Borse del Vecchio Continente, le parole del presidente della Fed, Ben Bernanke, il quale - in sostanza - ha confermato la politica monetaria accomodante fino ad ora posto in essere dalla Banca centrale. Il numero uno della Fed ha confermato come i membri del Board vigileranno attentamente sui prossimi dati macroeconomici per decidere il ritmo del piano di “quantitative easing”. In particolare, Bernanke ha sostenuto che è prematuro procedere con un restringimento della politica monetaria che potrebbe frenare la ripresa dell'economia Usa. L'immissione di liquidità da parte degli istituti centrali in tutto il mondo ha portato a benefici significativi. Tuttavia, la Fed da sola non può controbilanciare il freno alla crescita rappresentato dalla stretta delle politiche fiscali nel Paese.

Sul fronte spread Btp-Bund, oggi la seduta si è conclusa in flessione a 248 punti base – ai minimi dal 30 gennaio – con il tasso sul decennale al 3,90%.

A Milano, sul listino principale, segno positivo per il comparto bancario: Intesa Sanpaolo+2,6%, Ubi Banca +2,38%, Mps +1,78%, Unicredit +1,03%, Bper +1,23%, Bpm+0,29%, Mediobanca +0,99% e Banco Popolare +0,65%. Maglia rosa per Enel Green Power (+2,99% a 1,655 euro). Bene anche Fiat Industrial (+1,2% a 9,25 euro). Sopra la parità, Pirelli (+0,28% a 8,815 euro), Saipem (+0,09% a 22,42 euro). In flessione, Telecom Italia (-0,53% a 0,662 euro), male Terna (-3,36% a 3,394 euro).

Rosy Merola


 

InfoOggi.it Il diritto di sapere