• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Premiazione del concorso "Moins d'ordures pour les générations futures"

Valle d'Aosta

AOSTA, 21 NOVEMBRE 2013 - Come riportato dal sito regionale della Valle d'Aosta, Nell’ambito delle iniziative promosse per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, ieri pomeriggio, mercoledì 20 novembre, a Saint-Christophe nella sala conferenze sita in loc. Grand Chemin 34, gli Assessori al territorio e ambiente, Luca Bianchi, e all’istruzione e cultura, Jöel Farcoz, hanno premiato i migliori tre progetti delle scuole primarie e paritarie della Valle d’Aosta che hanno aderito al Bando Moins d’ordures pour les générations futures!

Il concorso, incentrato sui temi della riduzione, della raccolta e della differenziazione dei rifiuti, così come sul compostaggio, rientra tra le iniziative rivolte ai ragazzi in età scolare, in materia di educazione ambientale. I progetti sono stati valutati secondo criteri ben precisi tra i quali la capacità di far rete tra classi differenti e appartenenti a plessi diversi, la capacità di mettere in campo azioni progettuali riproducibili nel tempo verso altri soggetti, l’analisi dei bisogni e la messa in atto di azioni di verifica degli obiettivi e il grado di coinvolgimento dei ragazzi, delle loro famiglie e della comunità in cui vivono.

La Scuola primaria del Quartiere Cogne di Aosta afferente all’Istituzione scolastica Emile Lexert si è classificata al primo posto, mentre il secondo posto è andato alla Scuola primaria di Nus dell’Istituzione scolastica Mont Emilius 1, ed infine il terzo posto è stato assegnato alla Scuola primaria di Courmayeur dell’Istituzione scolastica Valdigne-Mont Blanc. La Regione metterà a disposizione per le tre scuole vincitrici, i cui progetti saranno monitorati e supportati da tecnici esperti di educazione ambientale, un premio per un valore equivalente a 1.500 euro ciascuno, sotto forma di beni materiali o servizi per la realizzazione del progetto.

«Il discorso dell’educazione ambientale per me è molto importante, – dichiara l’Assessore Luca Bianchi – credo sia fondamentale coinvolgere i ragazzi sui temi ambientali. I bambini di oggi saranno gli adulti di domani e io sono convinto che lavorare con loro, anche a scuola, su temi ambientali, in questo caso sull’argomento dei rifiuti, possa dare buoni risultati che si vedranno nel tempo.»

«Per produrre negli alunni una coscienza ecologica - sottolinea l’Assessore Jöel Farcoz – non si può fare a meno di far loro prendere coscienza del problema della gestione dei rifiuti. Un plauso dunque, alle istituzioni scolastiche che prontamente hanno accolto l’invito e hanno compreso che educare i loro ragazzi a confrontarsi con queste problematiche significa abituarli a costruire insieme il loro futuro.».

(Fonte Regione Valle d'Aosta) [MORE]