Roma, la stagione 2010-2011 del teatro Arvalia

10
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Il 4 novembre partirà la quarta stagione del Teatro Arvalia, lo spazio scenico nato all&rsquo...

Il 4 novembre partirà la quarta stagione del Teatro Arvalia, lo spazio scenico nato all’interno del Municipio XV di Roma che propone da alcuni anni un cartellone completamente dedicato alla sperimentazione non solamente nazionale.
Mediante un’accurata selezione delle compagnie e proposte di ricercati linguaggi artistici, anche la programmazione 2010/2011 si rivolgerà all’innovazione teatrale, con un percorso drammaturgico e registico che alterna testi classici a drammaturgie contemporanee di primo livello e con performance improntate alla commistione delle arti.

Si comincia, come di routine, da una regia in anteprima di Valentina Marcialis, direttrice artistica dell’Arvalia, che ha ricercato nel flamenco e nella musica la chiave di lettura emotiva di Donna Rosita Nubile, opera di Federico Garcia Lorca improntata alla fragilità femminile e al mondo di illusioni che caratterizza chi resiste al tempo aggrappandosi esclusivamente alle proprie false speranze. Il 19 novembre debutta Le scarpe, una produzione Teatro Minimo - Fondazione Pontedera Teatro diretta da Michele Sinisi e rivolta alle relazioni vissute “al ribasso” tra le persone, ovvero alla tendenza a considerare se stessi solo in rapporto agli altri. Il 3 dicembre torna, per il terzo anno consecutivo, César Brie con un monologo dedicato al massacro dei contadini compiuto nel 2008 all’interno della giungla boliviana: Albero Senza Ombra è un lavoro volontario di “controinformazione” dedicato a Miguel Racua e Alberto Brailovky. A febbraio il regista Daniele Nuccetelli propone una versione psicologica di Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, in cui la condizione umana è rappresentata da una irrequieta esaltazione del desiderio, tanto incontrollabile da generare una sorta di corto circuito della volontà razionale dei personaggi. Dal 10 al 20 marzo è in programmazione la Rassegna UBU REX II – IL TEATRO CHE DIVORA che ingloba due produzioni amnesiA vivacE dedicate rispettivamente all’autobiografia d’oltretomba di Mussolini (Dux in Scatola) e ad un’epoca intrisa di numerosi miti “pop” qual è la società contemporanea (Risorgimento Pop); Le elefantesse, diretta da Dario Aggioli, storia di un trigamo le cui azioni generano alfine un profondo conflitto di sospetto; Penombra Del Primo Mattino, “dramma borghese” prodotto da Olivieri Ravelli_Teatro e costruito su un impianto drammaturgico al tempo stesso geometrico e lynchiano con la regia di Fabio Massimo Franceschelli. La rassegna è inoltre condita dalle stravaganti performance di Kataklisma Teatro incentrate sul concetto della Presenza (scenica, fisica spirituale) e dirette dalla coreografa Elvira Frosini.
Altro ritorno desiderato, il 28 marzo, è quello della compagnia piemontese Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa, che propone il nuovo lavoro Loretta Strong di Copi, spettacolo improntato, come di consueto, sulla fantasia di scene, oggetti e personaggi, questa volta ambientati in un’atmosfera astrale.
A chiudere la stagione sarà un’altra rassegna dal titolo MUTAMENTI - Rassegna sulla nuova scena performativa. Diretta da L’Officina Del Teatro, l’iniziativa concerne lo spettacolo di danza di Paola Scoppettuolo INCOMMUNICADO. Viaggio onirico nelle segrete stanze dell’incomunicabilità umana e Terremoto, rappresentazione del gruppo Art Niveau in cui il terremoto diventa realtà in un sogno dove, tra macerie e calcinacci, la protagonista incontra il principe azzurro per eccellenza.

All’insegna dell’espressività creativa e della sperimentazione scenica, l’Arvalia si schiera ancora un volta – con i suoi spettacoli di breve durata ma incisivi, come dimostra un pubblico affezionato ed eterogeneo – in un panorama controcorrente che sfida la tradizione e continua a combattere, con coraggio e autosufficienza economica, le svariate problematiche che caratterizzano un teatro di quartiere alla ricerca della novità.

Teatro Arvalia - Via Quirino Majorana 139 - 00146 Roma
Tel. 0655382002 – Cell. 3334366182 –
e-mail: arvalia.lofficinadelteatro@gmail.com
www.teatroarvalia.it

Orario Spettacoli: ore 21 – Domenica ore 17
Biglietti: Intero € 12 – Ridotto € 10 + tessera associativa € 2
 

InfoOggi.it Il diritto di sapere