• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Ue smentisce testata giornalistica: "Non ci sono sconti per l'Italia"

Toscana

BRUXELLES (BELGIO), 17 AGOSTO 2014 - Il portavoce della commissione Ue per gli Affari Economici smentisce un'importante testata giornalistica italiana, secondo la quale il premier Renzi, nel suo ultimo viaggio a Bruxelles, sarebbe riuscito a ottenere un fiscal compact più leggero nei confronti dell'Italia. La notizia si sarebbe basata su un cambio strutturato per tutti i Paesi dell'Eurozona: la presentazione dei bilanci per tutti non sarà più nel 2014, ma nel 2015, per vedere meglio l'andamento dei singoli Paesi.[MORE]

La situazione italiana nell'Ue

L'Italia si trova tra i Paesi il cui deficit supera per più del 60% il Pil nazionale. In questi Paesi, l'Unione Europea ha chiesto il pareggio di bilancio e una serie di misure volte alla crescita economica. Le norme sono state raggruppate nel pacchetto noto come "Fiscal Compact".

Anche se nel 2015 la situazione non fosse florida, il Paese ha comunque tempo per riprendersi agli occhi dell'Europa: "(...)non sarà obbligatorio rispettare nel 2015 l'obiettivo fissato nell'ultimo Def di un rapporto deficit/Pil all'1,8%" con "l'asticella che si potrebbe spostare verso il 2,2-2,4%"(ANSA) spiega il portavoce della commissione.

Ovviamente, restano per l'Italia le raccomandazioni per cercare di arrivare al pareggio di bilancio entro i termini previsti.

Fonte: Ansa.it

 

 Annarita Faggioni