• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Big Bang, Z8_GND_5296 è la galassia più lontana dell'universo

Lazio

ROMA, 23 OTTOBRE 2013 – Un lavoro interminabile che però ha portato i suoi frutti: Z8_GND_5296 è, attualmente, la galassia più lontana dell’universo conosciuto e si trova a 13 miliardi e 100 milioni di anni luce da noi. [MORE]

A fare la scoperta un gruppo di scienziati guidati da Steven Finkelsten, ricercatore dell’Università del Texas ad Austin, con la partecipazione dell’italiano Antonio Fontana, astronomo dell’Inaf-Osservatorio Astronomico di Roma. Il lavoro è stato reso possibile grazie allo sfruttamento combinato del telescopio spaziale Nasa, Hubble e dello spettografo Mosfire, installato al Keck I nelle isole Hawaii.

Z8_GND_5296 era nel gruppo delle 43 galassie prese in considerazione per colore e caratteristica spettroscopica che avrebbero dovuto dimostrare, nonché fornire informazioni, sul grande fenomeno che ha portato alla nascita del nostro universo, il Big Bang; ‹‹inutile dirlo, ma la scoperta di questa galassia rappresenta un altro passo nello studio delle epoche più remote della storia dell’universo›› commenta Antonio Fontana.

La luce della galassia presa in considerazione è stata emessa 13 miliardi di anni fa, quindi, quando l’universo aveva appena 700 milioni di anni ed era solo al 5% dell’età attuale. Le prime osservazioni fatte sulla galassia mostrano la presenza elementi pesanti formati da generazioni precedenti di stelle e l’assenza della riga Lyman-alfa, la striscia di idrogeno che avvolge le galassie vicine, che fa supporre la presenza di un gas primordiale.

Per il 2020 sarà previsto un telescopio di terza generazione in Cile che avrà come obbiettivo la ricerca degli esopianeti – pianeti con l’atmosfera –, lo studio dei Buchi Neri e l’analisi, appunto, delle primissime stelle e galassie che si sono sviluppate dopo il Big Bang. Nel frattempo si aspetta il successore del telescopio Hubble, James Webb, un super telescopio di 6,4 metri di diametro che sarà lanciato nello spazio nel 2018.

Erica Benedettelli

[immagine da space.com]