• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Borse ed euro, tutto giù

La decisione della Germania di bloccare le vendite allo scoperto, cioè la possibilità di scommettere sul ribasso dei titoli, delle 10 maggiori istituzioni finanziarie del paese ha affossato le borse europee. L’euro è scesa sotto quota 1,22 dollari, toccando così il minimo degli ultimi 4 anni.
Scende anche il petrolio che tocca la soglia dei 68 dollari al barile.
Wall Street apre in rosso è ciò provoca la chiusura sui minimi delle borse del vecchi continente.
La cancelliera tedesca Angela Merkel continua a lanciare l'allarme sul futuro della moneta unica europea: "L'euro è in pericolo" e se la valuta unica "dovesse fallire, allora fallisce anche l'Europa", apre duramente il dibattito al bundestag sul pacchetto anticrisi europeo. [MORE]La crisi dell'euro "è la prova più difficile per l'Europa", ha aggiunto la Merkel, che ha chiesto che ai Paesi 'notoriamente' in violazione delle regole sul deficit pubblico venga "tolto in via temporanea il diritto di voto" in sede europea.

La chiusura degli indici dei titoli guida delle Borse europee:
Londra -2,81%
Parigi -2,92%
Francoforte -2,72%
Madrid -2,61%
Milano -3,45%
Amsterdam -2,89%
Stoccolma -3,13%
Zurigo -1,49%
Lisbona -1,92%
Dublino -4,17%
Atene +0,87%