Denise Pipitone, nuove intercettazioni sulla sorellastra: Jessica accusa sua madre

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MAZARA DEL VALLO (TP), 5 DICEMBRE 2014 – Nuove intercettazioni sul caso Denise Pipitone, la ba...

MAZARA DEL VALLO (TP), 5 DICEMBRE 2014 – Nuove intercettazioni sul caso Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo (TP) il 1 settembre del 2004. Secondo quanto riferito dal perito, Massimo Medolìa, durante il processo ancora in corso, l’11 settembre dello stesso anno la sorellastra, Jessica Pulizzi, avrebbe riferito alla sorella minore, Alice, ‹‹quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise››, facendo riferimento a sua madre, Anna Corona.

Caso Pipitone: in un’intercettazione ambientale Jessica Pulizzi accusa sua madre

Secondo la testimonianza, questa dichiarazione telefonica sarebbe avvenuta lo stesso giorno in cui Alice si sarebbe dovuta presentare al processo nel Tribunale di Marsala. La telefonata prosegue con un dialogo fra le due sorelle, in cui Jessica avvisa Anna di non parlare al processo, ‹‹è logico›› risponde Anna. Questa frase, decisiva, giunge solo oggi in quanto, secondo il perito, è stata necessaria un’opera di filtraggio e pulizia dei nastri magnetici per renderla ascoltabile. Tuttavia, la difesa contesta l’accusa dichiarando che la conversazione non si riesce a sentire chiaramente.

Indagini, prossima udienza prevista per il 16 gennaio. Frazzita: “è una frase inquietante”

‹‹La frase pronunciata da Jessica è inquietante›› queste le parole dell’avvocato Giacomo Frazzita, legale della madre di Denise, Piera Maggio. La prossima udienza è fissata per il 16 gennaio 2015: in quell’occasione verrà riascoltata Alice Pulizzi. Questa nuova prova potrebbe cambiare le sorti del processo per Jessica Pulizzi che, il 23 giugno del 2013, era stata assolta dalla Tribunale di Marsala per non aver commesso il sequestro, secondo la formula dell’articolo 530 del codice penale, cioè “per mancanza di prove”. Anche la madre, Anna Corona, era indagata per il sequestro ma il suo processo fu archiviato.

Erica Benedettelli

[immagine da leggo.it]

InfoOggi.it Il diritto di sapere