Protezione Civile: Borrelli, Sistema allerta basato su rete telefoni

1058
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CATANZARO, 5 MARZO - "Abbiamo avviato un percorso per la realizzazione di una piattaforma nazionale ...

CATANZARO, 5 MARZO - "Abbiamo avviato un percorso per la realizzazione di una piattaforma nazionale di allertamento, perché riteniamo che su questo aspetto molto può essere fatto a livello centralizzato". Lo ha detto il capo del Dipartimento nazionale della Protezione, a Catanzaro per presiedere una riunione sulla rivisitazione dei Centri operativi misti. "E' una piattaforma - ha rilevato Borrelli - che parte dal centro e arriva in periferia, dando la possibilita' ai sindaci e a chi gestisce il territorio di poter diramare allerte a livello locale.

Quindi, c'e' un mix tra un allertamento nazionale e allertamento locale. Stiamo intervenendo anche - ha spiegato il capo della Protezione civile - sul piano normativo per modificare il codice delle comunicazioni digitali". Borrelli ha quindi aggiunto: "Abbiamo una tempistica serrata, dovremmo avere il prototipo pronto gia' per fine anno, poi fare la sperimentazione e poi partire. È un sistema che utilizza la tecnologia dei telefonini, visto che in Italia ognuno di noi ha almeno un telefonico ed e' stato stimato che ci sono 49 milioni di telefonici nel nostro paese. Partiremo - ha evidenziato - il capo della Protezione civile - dalle celle telefoniche, con un messaggio di allertamento incentrato sulle informazioni relative alla singola cella telefonica, per poi passare ad app che saranno ancora piu' puntuali perche' - ha concluso Borrelli - daranno informazioni localizzate nel luogo in cui la persona si trova con lo strumento del Gps sui telefonini".  

InfoOggi.it Il diritto di sapere