Sicurezza, Renzi: "spese fuori dal patto di stabilità". Gabrielli: "aumentare controlli su Roma"

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 18 NOVEMBRE 2015 - Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante un'intervista su Sk...

ROMA, 18 NOVEMBRE 2015 - Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante un'intervista su SkyTg24 ha annunciato una proposta, che verrà presentata la prossima settimana ai partiti, in merito alla non applicazione del patto di stabilità per le spese riguardanti la Difesa.

L'ANNUNCIO DEL PREMIER

"Il patto di Stabilità non si deve applicare alle spese della Difesa. Quello che vale per la Francia varrà anche per l'Italia" ha affermato il presidente Renzi che ha aggiunto "figurarsi se uno sta attento allo zero virgola su questo tema". Il premier ha annunciato che tale proposta verrà prospettata ai partiti, tutti, per un "potenziamento dei fondi sulla sicurezza". Durante l'intervista, Renzi, ha poi specificato la necessità di investire sulla "cyber security", investimento che, assicura il premier, permetterebbe di "mappare i sospetti, ma anche banalmente incrociare le telecamere come è stato fatto a Milano dopo il terribile episodio al Palazzo di Giustizia." Da quanto dichiarato dal premier, il settore sicurezza, nel patto di stabilità per il 2016 risulta già più ricco del suo antecedente, ma, in virtù dei recenti accadimenti parigini e del diffuso richiamo all'attenzione, il Governo, verificherà la possibilità di destinare ulteriori fondi alla Difesa.

ROMA, I DRONI E IL PREFETTO GABRIELLI

Ad echeggiare la questione sicurezza in chiave italica, oggi, anche il prefetto romano Gabrielli che, trattando delle misure per contrastare le minacce terroristiche, ha parlato di un piano per abbattare i droni e neutralizzare eventuali attacchi aerei da velivoli senza pilota. Alcuni giorni fa il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, aveva già accennato l'argomento preannunciando l'interdizione dello spazio aereo romano durante il Giubileo straordinario, Gabrielli ha, dunque, chiarito la questione "che ultraleggeri e droni volino è un dato scontato. Il tema è non farli alzare in volo e per questo, memori di quanto avvenuto al funerale di Vittorio Casamonica stiamo predisponendo un potenziamento dei sistemi di intercettazione e, nelle condizioni che lo consentiranno, anche di abbattimento". Il prefetto Franco Gabrielli ha discusso l'argomento durante l'inaugurazione della centrale operativa per il numero unico 112. "Ci stiamo attrezzando per potenziare sia il sistema di rilevamento sia quello di contrasto in occasione degli eventi che consideriamo più esposti" ha assicurato il prefetto.

"SCONFIGGERE LA PAURA CON IL BUON SENSO"

Gabrielli, inoltre, facendo riferimento ad un aumento diffuso di preoccupazione da parte degli utenti, ha dato risalto alla necessità di sconfiggere la paura con il buon senso "siamo consapevoli di essere all'interno di una minaccia, ma questo non ci deve minimamente indurre a sentimenti di paura. Dobbiamo vivere la nostra vita sapendo che istituzioni stanno lavorando in modo serio, con un supplemento di impegno, ma affinché la vita dei cittadini sia tranquilla".

Fonte foto: jobsnews.it

Ilary Tiralongo

InfoOggi.it Il diritto di sapere