Crimea, strage in un Politecnico: 18 morti e 40 feriti. Il killer è uno studente

953
Scarica in PDF
KERCH, 17 OTTOBRE - Una mattinata di ordinaria follia al Politecnico di Kerch, in Crimea: uno studen...

KERCH, 17 OTTOBRE - Una mattinata di ordinaria follia al Politecnico di Kerch, in Crimea: uno studente di 18 anni ha sparato all’impazzata all’interno della mensa dell’istituto scolastico, uccidendo almeno 17 persone e ferendone altre 40. Le vittime, il cui numero sembra destinato ad aumentare nelle prossime ore, sarebbero prevalentemente allievi del college. 

L’autore della strage, identificato come Vladislav Roslyakov, era al quarto anno di studi e da pochi giorni aveva ottenuto il porto d’armi da caccia. Si è tolto la vita con il grosso fucile utilizzato nel corso dell’offensiva. Il suo corpo è stato trovato in biblioteca.

Secondo quanto scrivono i media locali, l’offender ha agito da solo e sembra ufficialmente esclusa la matrice terroristica. In un primo momento le agenzie di stampa russe avevano parlato di un’esplosione causata da un ordigno, ma la notizia è stata rettificata. Gli investigatori, in queste ore, cercano di risalire al movente dell’efferata esecuzione. 

Luigi Cacciatori 

Immagine da: tgcom24.mediaset.it


InfoOggi.it Il diritto di sapere