Lega Pro, il Catanzaro batte 1-0 il Melfi e conquista la salvezza [VIDEO]

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CATANZARO, 7 MAGGIO 2016 – Il gol di Razzitti, siglato nel secondo tempo, consente al Catanzar...

CATANZARO, 7 MAGGIO 2016 – Il gol di Razzitti, siglato nel secondo tempo, consente al Catanzaro di raggiungere la matematica salvezza in Lega Pro. I lucani, già prima di questo match, sapevano di doversi giocare la salvezza passando dai play-out. Festa grande per gli oltre 7.000 tifosi presenti al "Ceravolo".

Un campionato tribolato, a tratti drammatico, sportivamente parlando. Catanzaro e Melfi non hanno di certo disputato la loro migliore stagione di Lega Pro. Alla fine il campo ha dato i propri verdetti: Catanzaro salvo a 41 punti, Melfi ai play-out (30 punti). Gli altri verdetti: Benevento promosso in Serie B. Foggia, Lecce e Casertana ai play-off. Monopoli, Melfi, Martina Franca e Ischia Isolaverde ai play-out, Lupa Castelli Romani retrocessa in Serie D. Ma veniamo alla partita del “Ceravolo”.

Il Catanzaro sapeva, prima del fischio d’inizio, che per raggiungere la salvezza senza pensare ai risultati degli altri campi, bisognava battere il Melfi. Una gara difficile per gli uomini di Erra, contro un Melfi che non ha regalato nulla. In più occasioni, infatti, la squadra di Ugolotti si è resa molto pericolosa. Le prime fasi del match vedono un Catanzaro timoroso, che probabilmente sente un po’ di pressione vista la delicata situazione. Il Melfi prova a farsi strada in mezzo al frastuono degli oltre 7.000 spettatori giallorossi presenti oggi al “Ceravolo”. Il Catanzaro pian piano prende coraggio e riesce a farsi vedere più volte dalle parti di Gagliardini. L’estremo difensore ospite è decisivo in almeno due occasioni.

Al rientro in campo dopo l’intervallo, non si vede più Squillace, rimasto negli spogliatoi per infortunio, al suo posto Calvarese. A spezzare gli equilibri del match ci pensa il capocannoniere del Catanzaro, Andrea Razzitti. Il suo diagonale dall’interno dell’area di rigore non lascia scampo a Gagliardini. Il “Ceravolo” esplode di gioia. Il Melfi non si dà per vinto e colpisce un palo sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite dell’area. I calabresi riescono a gestire il vantaggio nella fase finale del match, traghettando l’1-0 fino al 93’, momento in cui l’arbitro fischia tre volte. Inizia la festa salvezza per il Catanzaro, Melfi che dovrà per ora rinviarla sperando di far bene durante gli spareggi play-out.

ECCO GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH CATANZARO MELFI

Giovanni Cristiano

InfoOggi.it Il diritto di sapere