• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Mafia: traffico di droga nel Materano, 24 misure cautelari. Impegnati oltre 150 tra Cc e Gdf

Basilicata > Potenza

Mafia: traffico di droga nel Materano, 24 misure cautelari. Operazione di Carabinieri e Gdf, coordinata dalla Dda di Potenza
POTENZA, 12 MAG - Nell'ambito di un'operazione coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza sul traffico di droga e su investimenti illeciti nel settore agricolo sulla costa jonica lucana, 24 misure cautelari sono in corso di esecuzione da parte di Carabinieri e Guardia di Finanza delle rispettive Compagnie di Policoro (Matera).

Le 24 persone coinvolte nell'operazione sono accusate di aver fatto parte di una associazione dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina, hascisc e marijuana, e di trasferimento fraudolento di valori, auto-riciclaggio, estorsione e incendio. Il sodalizio criminale "è operante - è specificato in un comunicato - nella zona del Metapontino, principalmente nei comuni di Policoro, Scanzano Jonico, Colobraro, Tursi, Valsinni e Bernalda (Matera)".

L'operazione, per la quale sono impegnati oltre 150 tra carabinieri e militari della Guardia di Finanza, con la collaborazione "di unità cinofile del Nucleo di Tito Scalo (Potenza) e della Compagnia di Matera e con il supporto di un elicottero della Guardia di Finanza della Sezione aerea di Bari, sta interessando le province di Matera, Cosenza, Varese, Catanzaro, Parma, Milano e Brindisi". I dettagli dell'operazione saranno illustrati in una conferenza stampa, che si terrà alle ore 11, nel Palazzo di Giustizia di Potenza.

In aggiornamento

Nella lotta alla criminalità organizzata nel Metapontino "è stato perso tempo: lo Stato deve farsi perdonare". Così il Procuratore distrettuale antimafia di Potenza, Francesco Curcio, ha risposto a una domanda posta dai giornalisti durante la conferenza stampa sull'operazione di Carabinieri e Guardia di Finanza che ha portato a 18 arresti (12 in carcere e sei ai domiciliari). "Si sono persi - ha aggiunto - almeno dieci anni. 

Ora stiamo cercando di disboscare una selva oscura, dove abbiamo riscontrato importanti collegamenti anche con le organizzazioni criminali delle regioni limitrofe". 

Durante l'incontro con i giornalisti, che si è tenuto nel Palazzo di Giustizia di Potenza, è stato anche annunciato che a breve sarà aperta una nuova stazione dei Carabinieri a Scanzano Jonico (Matera).