• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

New York: la citta' dei sogni ...

NEW YORK, 7 MARZO - New York è molto piu’ di una semplice metropoli; e’ uno stile di vita. E’ la citta’ dalle sensazioni forti e dalle atmosfere incredibili. Basta passeggiare per le vie della ‘grande mela’ per accorgersi di come questa sterminata citta’, più che un semplice frutto, è un giardino multicolore. Le facce che caratterizzano questo posto sono difatti molteplici e differenti, e quasi tutte sono quelle che non ci si aspetta. Le diverse etnie sono la linfa vitale di questa city.[MORE]

La prima sensazione e’ quella di essere arrivati in una città in piena rinascita; in continua trasformazione, ma sempre attenta alle novità. Una sorta di polo d’attrazione per chi desidera realizzare i propri sogni. Si scoprira’, dunque, che New York non è solo la patria del cheeseburger o dell’hot dog, anzi molti Newyorkesi considerano questi alimenti cibi poco “healthy” (“salutari”) e assolutamente da evitare. Meglio allora immergersi in uno dei “Grocery Store”, dei “Deli” o, qualora il vostro portafogli non temi scosse d’assestamento, dirigersi verso uno dei “Gourmet Emporium”, dove è facile scovare chicche per chef a cinque stelle.

Camminando per la città, scoprirete che il quartiere preferito da artisti ed stilisti non è più Soho, dove i loft hanno raggiunto prezzi proibitivi e l’atmosfera è divenuta troppo turistica, ma Chelsea. Qui gli enormi spazi industriali da riadattare sono l’humus ideale per un’atmosfera consacrata al design e all’estro. Creatività da vivere in locali dove si declamano poesie o si sorseggia un buon thè.

Se vorrete poi passare da una ricercata atmosfera esteriore ad un’introspettiva ed interiore, allora quello che farà al caso vostro è Harlem. Qui verrete a contatto con il delicato punto d’incontro tra cultura e religione, sacro e profano. Passeggerete per le sue strade e, se vi lascerete trascinare dentro una delle piccole chiesette dai potenti cori Gospel, vi troverete d’un tratto a ballare e danzare. Non troverete di certo la spettacolarità del grattacielo, ma per un giorno dimenticherete della parte più concreta della vita per lasciar posto ad una dimensione spirituale forse troppo velocemente dimenticata.

Se invece avrete voglia di vivere una dimensione più ricercata e toni quasi d’elite, allora ciò che fa per voi è l’Upper West Side, uno dei quartiere residenziali più esclusivi della città. Se, invece, è l’atmosfera easy-going quella che vi attrae allora fate tappa all’Est Village. Qui, grazie alla presenza della NYU (New York University), si respira un’aria decisamente piu’ rilassata e tonificante. La mattina Potrete esplorare allegramente i negozi vintage tra la seventh street, St. Marks e la ninth street per poi ossigenarvi la sera tra i mille localini Jazz che popolano questa zona.

E’ vero New York è un pò eccentrica, come del resto e’ eccentrico l’animo umano: tanti contrasti e molti modi d’essere diversi tra la loro, ma tutti presenti e importanti allo stesso modo. E’ quasi certo, che una volta tornati in Italia ascolterete molto di più “New York, New York” di Liza Minelli e con tanta nostalgia.