Spagna: l'estrema destra entra nel parlamento regionale dell'Andalusia

164
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
SIVIGLIA, 2 DICEMBRE - Un piccolo partito di estrema destra chiamato Vox, ieri, domenica 2 dicembre,...

SIVIGLIA, 2 DICEMBRE - Un piccolo partito di estrema destra chiamato Vox, ieri, domenica 2 dicembre, è entrato in forza in seno al Parlamento dell’Andalusia, riportando 12 seggi alle elezioni regionali. 

"Qualcuno rideva di noi, ma non abbiamo mai gettato la spugna", ha dichiarato ieri Santiago Abascal, festeggiato dai suoi sostenitori in un hotel di Siviglia. "Vox è solo uno strumento al servizio della Spagna", ha aggiunto Abascal, asserendo che l'Andalucia indica "la strada a tutti gli spagnoli, perchè gli andalusi hanno fatto la storia come tante altre volte è accaduto nel corso del tempo, e lo hanno fatto perchè sono molto preoccupati, tra l'altro, per il capo di Stato che è passato dal palazzo della Generalidad a quello della Moncloa", sede del governo a Madrid. 

Dopo aver contato più del 99% delle schede, il PSOE ha registrato il peggior risultato della sua storia in Andalusia. Scende da 47 a 33 seggi (su 109). Il suo alleato naturale, Adelante Andalucia (Avanti Andalusia), variante locale di Podemos (sinistra radicale), ha guadagnato solo 17 seggi. Non sarà sufficiente per  raggiungere la maggioranza assoluta di 55 seggi e quindi formare un governo.

Vox, contraria all'immigrazione clandestina e all'indipendenza Catalana, ha superato le previsioni dei sondaggi, dal restauro della democrazia in Spagna, dopo la morte del dittatore Francisco Franco nel 1975, è la prima volta che un partito di estrema destra entra in un parlamento regionale. 

Luigi Palumbo

Fonte immagine: La Gaceta

InfoOggi.it Il diritto di sapere