Torna Asterix con la pozione magica

250
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA , 20 MARZO - "Asterix e il segreto della pozione magica", è il nuovo film animato d...

ROMA , 20 MARZO  - "Asterix e il segreto della pozione magica", è il nuovo film animato diretto da Alexandre Astier e Louis Clichy che, come si dice in gergo “al botteghino ha fatto cassetta”. Un successo, sula cui onda, Panini non ha perso l’occasione per immettere sul mercato librario delle fumetterie un nuovo apprezzabile cartonato che, non a fumetti, si introfula nella lunga cronologia delle storie di Asterix ed Obelix proponendo una trama originale e legata a quella continuity gallica che non fa certo sfigurare questo apprezzabilissimo volume. Dedicato interamente al film, "Asterix e il segreto della pozione magica" non è composto da una galleria di fotogrammi, ma è un vero e proprio racconto illustrato a cui con raffinato talento si è dedicato l’illustratore francese Fabrice Tarrin – già noto al pubblico transalpino - qui per la prima volta alle prese con il mitico Asterix e compagnia – davvero! – bella. Rispetto alla consueta foliazione degli albi di Asterix con dieci vignette per ogni pagina, Tarrin ha dovuto realizzare soltanto grandi illustrazioni per ogni tavola, rendendo così unico questo volume dell’epopea gallica. L’idea di base di questa nuova storia è fondamentalmente semplice. Il vecchio druido Panoramix impegnato come sempre a recuperare vischio, cade da un albero, rompendosi un piede, e decide così di smetterla con la sua attività e di cercare un  sostituto a cui affidare la pozione magica. Accompagnato da Asterix, Obelix e la piccola Melina, parte per annunciare la sua decisione al consiglio di tutti i più grandi druidi di Gallia, che si trova nella segretissima Foresta dei Carnuti. Fra candidati assolutamente indegni ed imbroglioni, l’allegra brigata giungerà in Helvetia dove ne accadranno di cotte e di crude. Storia divertente ed imperdibile e in piena tradizione gallica.

Maurizio LOZZI

InfoOggi.it Il diritto di sapere