Tropea, il Consiglio di Stato conferma lo scioglimento per infiltrazioni mafiose

by Daniele Basili in Cronaca10/01/201820
Condividi Tweet Pin it

TROPEA, 10 GENNAIO 2017 - Il Consiglio di Stato ha confermato lo scioglimento degli organi elettivi del Comune di Tropea, nel Vibonese, per infiltrazioni mafiose.

Lo scorso 22 settembre, con una sospensiva, il Consiglio di Stato aveva ribaltato la sentenza con la quale il Tar del Lazio aveva annullato il decreto di scioglimento degli organi elettivi dell'ente per infiltrazioni mafiose, deliberato il 12 agosto 2016, sulla scorta di una relazione redatta dalla Commissione di accesso agli atti.

Il Consiglio di Stato ha accolto anche nel merito il ricorso del Ministero dell'Interno e della Prefettura di Vibo Valentia, sottolineando il "grave tentativo di infiltrazione mafiosa" negli organi del Comune e il necessario ripristino della legalità.

Nessuna possibilità, quindi, per il sindaco Giuseppe Rodolico (Pd) di ritornare al suo posto. Con lui decadono anche la giunta e il Consiglio comunale.

Nell'attesa che sia una nuova tornata elettorale a stabilire chi saranno i prossimi amministratori locali, il Comune sarà retto da una terna commissariale di nomina prefettizia per un periodo di 12 mesi, prorogabile a 24.

Daniele Basili

immagine da lametino.it