Arriva lo sconto sulla bolletta elettrica: come funziona e chi ne può beneficiare?

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
11 GENNAIO - Dal 1° gennaio 2016, nella bolletta dell’elettricità, verrà int...

11 GENNAIO - Dal 1° gennaio 2016, nella bolletta dell’elettricità, verrà introdotta un’importante novità, per come previsto dalla Legge di Stabilità 2016, per quanto riguarda il pagamento della bolletta della luce in quanto è previsto uno sconto per gli utenti con addebito diretto in conto corrente. Ciò è quanto specificato nella delibera dell’11 dicembre 2015 610/R/COM dell’Autorità Garante dell’Energia.


Come precisato dall’Autorità Garante dell’Energia, tutti gli utenti che fanno parte del regime di maggior tutela, ovvero i clienti che non hanno aderito a un contratto con una compagnia del mercato libero, potranno beneficiare di uno sconto sulla bolletta della luce, qualora però sussistano i seguenti requisiti: 1) sia stata attivata una modalità di addebito automatica della bolletta sul conto corrente; 2) sia stato acconsentito il sistema di emissione della bolletta in formato elettronico.


In relazione al secondo requisito, gli utenti, per acconsentire all’invio della bolletta elettrica in formato elettronico, dovranno non rispondere alla lettera inviata dal gestore del servizio elettrico con cui si chiederà l’adesione al nuovo sistema di fatturazione non cartacea. Una volta trascorsi 60 giorni dalla comunicazione trasmessa dalla società elettrica, il formato elettronico verrà considerato accettato. Le tempistiche e le modalità per inviare tale comunicazione verranno fissati dalla stessa Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas.


La citata delibera dell’AEEG non ha precisato l’importo dello sconto, rinviando ad un provvedimento successivo.


In tutte le bollette che verranno emesse in formato elettronico, in cui verrà applicato lo sconto, questo dovrà essere appositamente indicato con relativa voce negativa che andrà a decurtazione degli importi che sono stati fatturati.


Tale importante novità è dovuta da un lato per incrementare il passaggio degli utenti alla bolletta in formato elettronico e dall’altro per rispondere alla necessità di limitare i costi operativi dei venditori e di ricavare dei vantaggi anche sotto il profilo ambientale.


Pertanto, lo sconto per la bolletta elettronica dovrà adeguarsi al costo che l’operatore eviterà per emettere le bollette in formato cartaceo e, inoltre, potrà essere riportato dalla società elettrica anche dopo l’emissione della prima bolletta in formato elettronico, a condizione però che esso venga indicato entro e non oltre la 6° bolletta che verrà emessa dopo il 1° gennaio 2016 (in caso di fatturazione con periodicità mensile) ed entro e non oltre la 4° bolletta emessa sempre successivamente a tale data (in caso di fatturazione con periodicità non mensile) e che lo sconto sia in ogni caso applicato a decorrere dal 1° gennaio 2016.
 

Avv. Anna Maria Cupolillo Staff Giuridico Avvocato Express

InfoOggi.it Il diritto di sapere