Guerra alle auto nel Policlinico. Presto lo stesso sistema presente all'aeroporto di Palese

18
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BARI, 22 LUGLIO 2011 - Quanti devono recarsi al Policlinico di Bari per svariati motivi, spesso di s...

BARI, 22 LUGLIO 2011 - Quanti devono recarsi al Policlinico di Bari per svariati motivi, spesso di studio o di salute? E quante volte si è costretti a fare lo slalom tra le auto in transito e quelle parcheggiate ai bordi dei viali?

La direzione generale del nosocomio dice basta e dichiara guerra alle auto, spesso troppe e spesso senza reale motivo, circolano all’interno del Policlinico. Quindi la direzione generale corre ai ripari, comprese due fotocopiatrici sistemate all'ingresso dell'azienda ospedaliera. Le fotocopiatrici serviranno a individuare chi entra nel Policlinico con l'auto esibendo permessi medici falsi. Per colpa di pochi, pagheranno molti, se si pensa ai degenti che sono costretti a usare l’auto nel Policlinico. In realtà la direzione vuole ridimensionare il fenomeno e lo fa sperimentando un nuovo progetto.


Dal primo agosto, quando le auto in giro sono meno, con un esperimento pilota, la direzione cercherà chi, tra i dipendenti del nosocomio, entra esibendo permessi falsi. I permessi sono rilasciati dai medici ai pazienti e consentono l’ingresso con le auto. Perciò, con questo esperimento pilota, nei gabbiotti all’ingresso del Policlinico sono state installate due fotocopiatrici. Il sistema è molto semplice. I vigilantes all’ingresso fanno da filtro. Quando arriva qualcuno, il guardiano deve fotocopiare il permesso, il documento d’identità e scrivere il numero di targa della vettura. In seguito chiama la clinica presso la quale l’automobilista aveva intenzione di recarsi e chiedere se è fissata una visita per il paziente in questione.

L’effetto del nuovo sistema dovrebbe essere soprattutto deterrente,anche perché se si prova a immaginare che si dovrà controllare permesso su permesso ogni volta che qualcuno con l’auto arriva all’ingresso, la fila delle automobili arriverebbe almeno su via Capruzzi. La “rivoluzione” servirà a convincere i cittadini e i dipendenti a non usare scorciatoie per entrare in macchina nel Policlinico. Diverso è il discorso per chi lavora, che può entrare con l’auto solo nel pomeriggio. L’esperimento pivot è una prova del sistema che dovrebbe regolamentare gli accessi al Policlinico, sistema già in funzione all’aeroporto di Palese. Come a Palese, la prima mezz’ora di sosta sarà gratuita, poi si paga.

 

Giovanni Dimita

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere