• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Italia ultima in Ue per uso di social, manca Internet

Lazio > Roma

Italia ultima in Ue per uso di social, manca Internet. Eurostat, aumentano anziani che usano queste piattaforme.
ROMA, 19 SET - 
Gli italiani sono ultimi in Europa nell'uso dei social network. A sfatare una percezione che ci vede concentrati a pubblicare post in continuazione è Eurostat nel suo "Regional yearbook 2021 edition". Il dato però non è legato ad un cambiamento culturale bensì principalmente al ritardo nella connessione soprattutto in alcune zone. Meglio di noi pure la Turchia, un paese non proprio tenero con Internet e i social.

I dati di Eurostat certificano che più della metà della popolazione adulta nella zona Ue (il 57%) ha partecipato ai social network. Il tasso di partecipazione per i giovani di età compresa tra i 16 e i 24 anni (87%) è stata quasi quattro volte superiore al tasso corrispondente agli anziani di età compresa tra i 65 e i 74 anni (22%). Tuttavia, si sottolinea come durante l'ultimo quinquennio (il 2015-2020 per il quale sono disponibili i dati) la quota di giovani che partecipano ai social network è cambiata poco o nulla. Al contrario, la percentuale di persone anziane che utilizzano queste piattaforme è quasi raddoppiata nello stesso periodo. Nella classifica l'Italia è la nazione con la minor partecipazione ai social network, il 48%.

Al primo posto c'è l'Islanda (94%), seguita da Norvegia (88%) e Danimarca (85%). Le ampie differenze nei tassi di partecipazione ai social sono in parte legate al fatto che le persone siano o meno connesse a Internet, in zone che Eurostat definisce "regioni prevalentemente rurali o ultraperiferiche". Nel caso dell'Italia sono il Sud e le Isole.