Strongoli, Crotone: Gabriele De Tursi è scomparso nel nulla a bordo della sua moto

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CROTONE, 10 AGOSTO 2013 - Il 5 Giugno, il diciannovenne Gabriele De Tursi, neodiplomato come elettri...

CROTONE, 10 AGOSTO 2013 - Il 5 Giugno, il diciannovenne Gabriele De Tursi, neodiplomato come elettricista, è uscito di casa per fare un giro a bordo della sua motocicletta, una Honda Hornet 600 di colore blu. Intorno alle ore 16.00 è stato avvistato a Rocca di Nepo, a circa quindici chilometri di distanza da Strongoli, in provincia di Crotone, cittadina di residenza del ragazzo.

Il giovane aveva appuntamento alle ore 19.00 con la sua fidanzata, ma non è mai arrivato a destinazione. Da quanto emerge, sembra che Gabriele De Tursi non fosse in possesso della patente idonea per guidare una motocicletta di tale cilindrata (600cc), ma avrebbe acquistato ugualmente la moto, modificandone alcune parti. Il rumore della sua Honda Hornet veniva riconosciuto a distanza da tutti i suoi conoscenti, pertanto, l'uomo che ritiene di averlo visto intorno alle 16.00, sostiene di aver udito la motocicletta che svoltava sulla Strada Statale 106, in direzione di Crotone.

E' probabile dunque che il giovane abbia raggiunto Rocca di Nepo per poi tornare indietro, verso Strongoli. Se inizialmente si riteneva possibile che il ragazzo sia stato vittima di un incidente, a distanza di due mesi, risulta un'ipotesi dubbia, anche perché non è stata ritrovata alcuna traccia di Gabriele, tantomeno della sua motocicletta.

E' difficile, per i familiari, credere che il giovane abbia deciso di allontanarsi volontariamente, interrompendo i contatti. Gabriele ha lasciato a casa, in carica, il suo telefono cellulare, i documenti ed il portafogli. Se il ragazzo avesse avuto intenzione di fuggire, probabilmente avrebbe portato con sé quanto meno la propria carta d'identità e del denaro. Così, però, non è stato e la scomparsa di Gabriele si tinge sempre più di giallo.

Il tutto lascia pensare che il diciannovenne sarebbe tornato: potrebbe non aver portato con sé il cellulare perché scarico. Inoltre: se avesse voluto realmente fuggire, avrebbe lasciato il telefonino in carica quando avrebbe potuto lasciare che si spegnesse per via della batteria scarica?

Mentre crescono gli interrogativi relativi alla sua scomparsa, continuano le ricerche. Nella prima settimana di Giugno è stato impiegato un elicottero dei Carabinieri per controllare la zona dall'alto, ma anche in questo caso, nulla è emerso. A Gabriele potrebbe essere accaduta qualunque cosa e potrebbe trovarsi ovunque.

Come aiutare la famiglia De Tursi:
-In caso di avvistamento contattare immediatamente i Carabinieri al numero 112 ed anche la redazione di "Chi l'ha visto?" al numero 06.8262 
-La moto di Gabriele De Tursi è un Honda Hornet 600, di colore blu e targata BW93313. In caso di avvistamento o di ritrovamento della motocicletta, allertare immediatamente le autorità e la redazione di "Chi l'ha visto?"
-E' opportuno condividere le immagini ed i dati relativi alla scomparsa di Gabriele De Tursi tramite i propri profili sociali. Se possibile, stampare locandine con le fotografie del ragazzo e diffonderle sia in Calabria che nel resto d'Italia, prediligendo Autogrill, aree di sosta autostradali e di strade statali.
-Prendere visione e condividere la scheda di Gabriele De Tursi sul sito di "Chi l'ha visto" (disponibile cliccando qui).

Seguici anche su Facebook

(Foto da net1news.org)

Alessia Malachiti

InfoOggi.it Il diritto di sapere