Alcoa: scetticismo per il 13 novembre

4
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
IGLESIAS, 11 NOVEMBRE 2012 – I sindacati non nascondono il proprio scetticismo verso la vicina...

IGLESIAS, 11 NOVEMBRE 2012 – I sindacati non nascondono il proprio scetticismo verso la vicina visita dei ministri Corrado Passera (Sviluppo Economico) e Fabrizio Barca (Coesione Territoriale), prevista per il 13 novembre.

«Una visita male organizzata, temiamo una nuova delusione», affermano i segretari Enrico Costa (Cgil), Mario Medde (Cisl) e Francesca Ticca (Uil) in una nota.

Un timore «giustificato da passate e presenti esperienze e da una visita che, per ora, appare male organizzata, con una interlocuzione di cui non si conoscono chiaramente i soggetti e con contenuti, che siamo in attesa di conoscere, e sui quali, al di là delle proposte del sindacato, non si è capito chi abbia trattato».

Nello specifico «il Governo nazionale tace sulle richieste del sindacato relativamente alla rimozione delle cause strutturali della crisi produttiva e del lavoro in Sardegna», quindi non si parla di soluzioni temporanee, perché per il Sulcis e l'isola è « indispensabile e irrinunciabile una risposta che non tamponi semplicemente le difficoltà, ma che intervenga sulle cause vere della crisi».

Al contrario, «per ora il rapporto tra Regione e Governo non si è concretizzato con un tavolo politico e istituzionale per trattare, insieme con le parti sociali, le questioni ancora irrisolte del patto di stabilità, della autonomia finanziaria della Regione e delle entrate, del costo energetico, dell'insularità e dei trasporti mentre si parla addirittura di non approvare la manovra finanziaria e di bilancio per il 2013, causa la mancata rimozione dei vincoli del patto di stabilità anche sulle risorse aggiuntive e disponibili».

Ma l'attesa rimane, nella «speranza che le istituzioni nazionali capiscano il debito, storico e recente, che hanno verso la Sardegna. C'è da capire se si è di fronte all'avvio di un confronto sui temi del lavoro e dello sviluppo che riguardano il Sulcis e la Sardegna o a una comunicazione tecnica di un governo di tecnici».

Intanto Ugo Cappellacci, presidente della Regione Sardegna, annuncia la disponibilità della delegazione per tornare sull'isola a dicembre, perché occorre «ampliare i temi che saranno oggetto del confronto durante la visita nel Sulcis» ed esprime la soddisfazione per questi «segnali di attenzione a cui ci auguriamo ne seguano altri per ripristinare le regole della corretto confronto e della proficua collaborazione tra i diversi livelli istituzionali».

(in foto: protesta di operai Alcoa, fonte: ansa)

Marco Secci

InfoOggi.it Il diritto di sapere