• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Alluvione devasta Utah: 16 le vittimi e 3 dispersi

Sicilia

WASHINGTON, 16 SETTEMBRE 2015 - Le alluvioni che stanno colpendo alcune aree dello Utah, negli Stati Unit, provocano danni sempre più gravi, il bilancio delle vittime è in continua crescita e la situazione difficilmente gestibile. Sono in tutto 16 le vittime accertate, 12 di loro sono morti al confine con l'Arizona durante una gita al parco, e infatti sono quasi tutti bambini, mentre gli altri quattro erano degli escursionisti che si trovavano in un canyon dello Zion National Park. Altre tre persone che facevano parte del gruppo invece risultano disperse.

È la zona a confine con l’Arizona quella maggiormente colpita, è proprio lì infatti che un muro d'acqua ha travolto due auto con a bordo complessivamente 13 bambini (il più piccolo aveva solo 4 anni) e tre donne di ritorno da una gita in un parco.[MORE]

Oltre a loro, anche i membri di una setta che vive nell'area disastrata sono stati colpiti dall'improvvisa alluvione della zona: si tratta della congregazione fondata dal poligamo Warren Jeffs, ex presidente della Chiesa fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e condannato nel 2011 a vent'anni di prigione per abusi sessuali su minori.

Pare che i messaggi di allerta meteo, secondo le autorità, siano stati ignorati dai membri della setta di Jeffs infatti, questi infatti difficilmente guardano la televisione o usano internet. E nonostante l'area tra l'Arizona e lo Utah non sia nuova ad alluvioni, gli esperti spiegano come quest'ultima sia stata realmente eccezionale. "E' più di quanto eravamo abituati" ha commentato Kevin Barlow, capo dei vigili del fuoco di Hildale.

(foto dal sito www.liguriaoggi.it)

Michela Franzone