Alta tensione e grandi Sorprese nel turno di Wild Card di terza divisione. Les Jeux Sont Faits!
Football Americano Lazio Roma

Alta tensione e grandi Sorprese nel turno di Wild Card di terza divisione. Les Jeux Sont Faits!

domenica 3 giugno, 2018

Un weekend all’ultimo respiro in Terza Divisione, con il turno di wild card che regala partite al cardiopalma e grandi sorprese.
Emozioni a non finire in questo primo turno di playoff, con la vittoria, forse a sorpresa, dei giovani Fighting Ducks contro i Trappers che regala a Roma la doppia soddisfazione del progetto Lazio Football vincente sia in Prima che in Terza Divisione. Clamorosa vittoria esterna dei Mexicans sui Lancieri, con il risultato finale di 33 a 36 maturato nei primi due quarti di gioco. Combattutissima anche la sfida tra Muli e Rams, con gli arieti milanesi che escono a testa altissima, sfiorando l’impresa in quel di Trieste. Le Aquile dominano i Wolverines, mettendo a referto lo score più alto di queste wild card. Vittorie interne e passo in avanti per Eagles, Hurricanes e Achei che superano non senza faticare, rispettivamente, Navy Seals, Giants 2 e Black Tide.[MORE]

Questi i risultati ufficiali:

Fighting Ducks vs Trappers Cecina 26-15
Eagles Salerno vs Navy Seals Bari 24-10
Muli Trieste vs Rams Milano 28-25
Mida Achei Crotone vs Black Tide Catanzaro 35-28
Lancieri Novara vs Mexicans Pederobba 33-36
Hurricanes Vicenza vs Giants Bolzano 2 21-10
Wolverines Piacenza vs Aquile Ferrara 26-52
Elephants Catania vs Veterans Grosseto 8-0 (vittoria a tavolino per rinuncia dei Veterans)

E questi gli accoppiamenti dei Quarti di Conference, che si giocheranno il prossimo weekend (9 e 10 giugno):
RAVENS Imola vs AQUILE Ferrara
REDSKINS Verona vs HURRICANES Vicenza
ISLANDERS Venezia vs MULI Trieste
29ERS Alto Livenza vs MEXICANS Pederobba
GRIFONI Perugia vs FIGHTING DUCKS Roma
BRIGANTI Napoli vs ELEPHANTS Catania
MINATORI Cave vs ACHEI Crotone
WHITEPREDS GdT vs EAGLES Salerno
Les Jeux Sont Faits!

Pronostici rispettati su quasi tutti i campi e classifica definitiva: Seamen, Panthers, Giants, Ducks, Dolphins e Guelfi ai Playoff.

Qualcuno ha fatto un po’ più di fatica di altri, ma alla fine di questo weekend possiamo dire che i pronostici della vigilia sono stati pienamente rispettati, fatta eccezione, forse, solo per la bellissima vittoria dei Giaguari contro i Guelfi, ottenuta allo scadere dopo una serata finalmente di grande spettacolo a Torino. E proprio da Torino partiamo a raccontare questo ultimo weekend di regular season del Campionato di Prima Divisione, perché i ragazzi del Presidente Cecchi hanno saputo reagire alla cocente delusione della retrocessione, offrendo al proprio pubblico una prova di assoluto valore. Vanno a segno per primi i Guelfi, ma poi i Giaguari reagiscono e per tutta la partita è un rincorrersi e un superarsi con il gioco aereo a dare spettacolo da entrambe le parti. Il match point arriva a pochi secondi tal fischio finale, con il classico ‘Hail Mary pass’ di Rubenzer che pesca Seck (autore di una prestazione maiuscola) in endzone e regala finalmente un sorriso ai tifosi giallo-neri.

Combattuto forse più del previsto il match tra Rhinos e Panthers, con i due QB, Ellison e Monardi, ad esaltare il pubblico presente con un efficace passing game. La posta in gioco per i Panthers, però è alta: il secondo posto vale la semifinale diretta e questo obiettivo è e resta chiaro sin dalle prime battute. I Rhinos provano a ribattere colpo su colpo, ma Parma quest’anno è fuori portata anche per loro. Sfuma il sogno playoff per i rinoceronti, cui resta il merito di aver disputato un campionato più che dignitoso dopo un inizio in totale affanno.


I Seamen vincono senza problemi in casa contro UTA, seppellendo i pesaresi sotto 50 punti e impedendo loro per tutto l’incontro di varcare l’endzone blue-navy. Poco da dire su questa partita, se non per la prolificità di un attacco che, anche con le seconde linee, riesce a dettare legge sempre e comunque.

I Giants battono i Dolphins davanti al proprio pubblico e consolidano la terza posizione. Una segnatura per parte nel primo quarto di gioco con gli ospiti a passare in vantaggio per primi. Ma la difesa dei Giants fa buona guardia e restituisce con un intercetto rapidamente la palla al proprio attacco, che non si fa pregare e varca l’endzone avversaria, passando in vantaggio grazie alla conversione da un punto, che Ancona aveva invece fallito, colpendo il palo. I Giants segnano ancora nel secondo e terzo quarto di gioco, prima di concedere un TD agli ospiti nell’ultima frazione di gioco e poi chiudere l’incontro con un’azione personale del QB R. Brown e con una safety.

A Bergamo, partita in assoluto equilibrio per due interi quarti, con le difese di entrambe le squadre a farla da padrone e gli attacchi a faticare e a commettere errori che costringono a continui cambi di possesso. I Ducks devono vincere per coronare con i playoff una stagione che, nei pronostici pre-campionato, avrebbe dovuto forse avere uno svolgimento più regolare. I Lions, dopo la bellissima prestazione della scorsa settimana, puntano a salutare il proprio pubblico con un’altra prova di orgoglio, consapevoli però che centrare l’obiettivo playoff con un roster ridotto ai minimi termini avrebbe del miracoloso. Nella seconda metà dell’incontro, complice un leggero infortunio a Nathaniel Morris, i Ducks allungano e diventano imprendibili, anche se sul finale Bergamo riesce a ridurre il passivo andando a segno altre due volte.


Questi i risultati ufficiali:

Giaguari Torino vs Guelfi Firenze 35-31
Rhinos Milano vs Panthers Parma 27-37
Seamen Milano vs UTA Pesaro 50-0
Lions Bergamo vs Ducks Lazio 21-41
Giants Bolzano vs Dolphins Ancona 29-12

Classifica:

1. Seamen Milano
2. Panthers Parma
3. Giants Bolzano
4. Ducks Lazio
5. Dolphins Ancona
6. Guelfi Firenze
7. Rhinos Milano
8. Lions Bergamo
9. UTA Pesaro
10. Giaguari Torino

Il turno di wild card del prossimo 16-17 giugno vedrà dunque opposti:

Ducks Lazio vs Dolphins Ancona
Giants Bolzano vs Guelfi Firenze


Al termine di questa regular season, doveroso un applauso a tutte le squadre partecipanti, per aver onorato il campo sempre e comunque, malgrado le difficoltà innegabili di molte di loro, e a tutti gli allenatori e i dirigenti che, insieme al pubblico, hanno saputo regalarci anche quest’anno un ottimo spettacolo.

Foto credits: Claudio Bugatti
Fotocredits: Studio Photosintesi

Autore